Maria Sensi, dopo la cessione faraonica del Milan: ‘La nostra Roma venne svenduta…’

Le amare parole a Radio Radio di Maria Sensi, la moglie dell’ex presidente della Roma, Franco Sensi, dopo avere appreso della cessione del Milan.

La cessione del Milan a suon di milioni ha fatto sicuramente felice le casse di Fininvest, anche se per la famiglia Berlusconi è motivo di grande amarezza e rammarico per non aver saputo mantenere la società rossonera agli stessi standard di rendimento degli anni migliori, nell’ultima parte della gestione. Ha accolto con amarezza la cessione del Milan anche Maria Sensi, la moglie dell’ex presidente della Roma, Franco Sensi.

La Roma venne ceduta nel 2010 alla cordata americana capeggiata da James Pallotta, imprenditore americano. Dopo avere appreso l’entità della cifra che la cordata cinese ha pagato per acquistare il Milan, la moglie dell’ex presidente è intervenuta a Radio Radio per un amaro sfogo: ‘Mi fa rabbia – ha lamentato Maria Sensi – sapere di certe cifre, la Roma è stata deprezzata. Mi fa rabbia sentire che Galliani prenderà 60 milioni di buonuscita. Noi siamo stati trattati purtroppo in modo molto diverso dagli americani. Noi non abbiamo avuto nessuna dimostrazione di rispetto, non abbiamo preso nessuna buonuscita, la Roma è stata deprezzata e a noi ci hanno trattato male. Le mie figlie hanno lavorato tantissimo e bene per quella squadra eppure il nostro club è stato venduto per quattro lire’.

Maria Sensi ha voluto anche manifestare solidarietà alla famiglia Berlusconi, in queste ore amareggiata per avere dato l’addio alla proprietà del Milan: ‘Sono vicina a Berlusconi e lo saluto. Merita l’affetto dei tifosi per quello che ha vinto e portato alla squadra’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*