Lucas Biglia al Milan, è fatta: rossoneri scatenati

La stagione calcistica si è ormai conclusa, dopo la brutta debacle patita dalla Juventus nella finale di Champions League. Il prossimo campionato di Serie A comincerà fra oltre due mesi, ma gli appassionati, fino ad allora, avranno comunque di che parlare: il calciomercato estivo infatti è già iniziato, e sono parecchi i club che stanno tentando di rinforzarsi in vista della stagione ventura. In questo senso, il club che più si è scatenato è il Milan: i rossoneri, che peraltro affronteranno i preliminari di Europa League, vogliono riscattare anche le ultime annate deludenti. E, pertanto, grazie anche alle liquidità immesse dalla nuova proprietà cinese, la squadra lombarda sta mettendo a segno alcuni colpi molto importanti, l’ultimo dei quali sarebbe quello di Lucas Biglia.

Lucas BigliaNelle scorse settimane, infatti, il Milan aveva già chiuso per alcuni acquisti di un certo livello: il difensore centrale Mateo Musacchio, il terzino sinistro Ricardo Rodriguez, e il centrocampista Franck Kessiè, per una spesa totale superiore ai 60 milioni di euro. La dirigenza rossonera sta tentando di rinforzare tutti i reparti della squadra, tanto che nei giorni scorsi è stato lanciato anche l’assalto al tanto desiderato regista: il centrocampista laziale Lucas Biglia appunto, un affare che è già stato perfezionato e che potrebbe concludersi definitivamente all’inizio della prossima settimana.

L’argentino, classe ’86, ha già detto sì al Milan per un contratto triennale a 3,5 milioni a stagione, più un’opzione per il quarto anno. Al club biancoceleste, invece, secondo le indiscrezioni rese note dalla stampa specializzata, andrebbe una cifra vicina ai 25 milioni di euro, includendo anche vari tipi di bonus. Un colpo che rinforzerebbe ulteriormente i rossoneri, e che non sarebbe comunque quello conclusivo di questa stagione, visto che dopo Biglia potrebbe essere lanciato l’assalto anche a un grande centroavanti: Andrea Belotti e Alvaro Morata rimangono le primissime scelte, ma comporterebbe un esborso economico notevole. Ad ogni modo, si vedrà nelle prossime settimane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*