La Lazio cede il passo, il Genoa conquista l’Olimpico

Si è conclusa anche la ventitreesima giornata del campionato italiano di Serie A, rivelatasi particolarmente importante soprattutto per quanto concerne le situazioni ai vertici della classifica. Il brutto KO della Lazio, unitamente all’ennesimo pareggio dell’ Inter e al ritorno alla vittoria della Roma, infatti, da un lato ha sancito definitivamente l’uscita di queste tre compagini da ogni velleità circa la lotta Scudetto. Dall’altro, inevitabilmente, rende accesissima la corsa per il terzo e per il quarto posto: ossia, i due piazzamenti utili per la qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

Lazio ImmobileIncredibile, da questo punto di vista, che l’ Inter, pur non vincendo in campionato da oltre due mesi, e fermata dall’ennesimo pareggio anche contro il Napoli, sia riuscita a raggranellare qualcosa rispetto alla Lazio, e a mantenere il quarto posto ai danni della Roma. In tal senso, le tre squadre si ritrovano nello spazio di appena due punti: i biancocelesti ne hanno 46, i nerazzurri 45, mentre i giallorossi sono a quota 44.

Una situazione che, inevitabilmente, va ad inguaiare la Lazio, che pure pareva essere la squadra più avvantaggiata delle tre, oltre che quella più in forma nel periodo. Eppure, contro un Genoa solo sulla carta modesto, che da inizio stagione arranca nelle zone basse della classifica, gli uomini di Simone Inzaghi hanno faticato terribilmente, tanto da andar sotto con un gol dell’ex Pandev al 55° minuto. Eppure, in questa fase della partita, i biancocelesti riescono ad essere ancora reattivi, tanto da raggiungere il pari appena quattro giri di orologio più tardi: bel lancio di Caceres, Parolo spunta dal nulla e insacca alle spalle di Perin.

A questo punto inizia un’altra partita, con la Lazio che prova a bucare la retroguardia genoana, e i liguri che, invece, da par loro, agiscono soprattutto in contropiede. È così che nasce il gol del definitivo sorpasso di Laxalt, bravo a incornare di testa al 92° minuto: una gioia doppia per l’attaccante, che pochi minuti prima si era visto annullare un gol.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*