Kondogbia, dopo la rinascita attacca duramente De Boer: ‘A Bologna mi umiliò’

Ecco le parole dure pronunciate da Kondogbia contro l’ex allenatore dell’Inter, De Boer poi sostituito da Stefano Pioli.

Solo adesso i tifosi dell’Inter stanno scoprendo il vero talento di Geoffrey Kondogbia, il centrocampista francese che ha molto deluso nella prima stagione in maglia nerazzurra dopo l’enorme esborso economico di Tohir per acquistarlo. Dopo un anno di purgatorio sotto la guida di Mancini, Kondogbia è passato dalla padella alla brace con l’approdo di De Boer sulla panchina nerazzurra. Solo grazie ai sapienti consigli di Stefano Pioli, Kondogbia ha ritrovato se stesso inanellando una serie di prestazioni davvero sopra le righe che stanno finalmente giustificando l’enorme investimento effettuato dalla dirigenza nerazzurra nell’estate del 2015.

Dopo la sua rinascita, Kondogbia ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa in una intervista concessa a ‘beIN Sport‘, nella quale ha attaccato duramente l’ex tecnico olandese De Boer.
Il giocatore francese non ha dimenticato il grave affronto subito nello scorso 25 settembre a Bologna quando venne sostituito dopo appena 28 minuti di gioco. ‘Ho provato un po’ di umiliazione. Non mi piacque soprattutto quello che l’allenatore disse in conferenza-stampa dopo la partita’.
In pratica l’olandese incolpò Kondogbia per averlo indotto alla precoce sostituzione: ‘Qualcosa si era rotto tra noi. Credo che questa sia stata anche una lezione per me, mi ha forgiato mentalmente’.
Ovviamente il centrocampista di colore ha speso solo parole belle: ‘Quando è arrivato, ha detto che era inconcepibile che un giocatore come me potesse finire in una situazione del genere. Ha cercato di darmi fiducia e questo ha pagato, ora va molto meglio’. E i tifosi nerazzurri non possono fare altro che ringraziare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*