Juventus in semifinale: il muro bianconero stoppa la ‘remuntada’ del Barça

La Juventus brinda alla conquista della semifinale in Champions, dopo avere imposto il pareggio a reti bianche al Camp Nou.

La Juventus gioca una partita difensivamente perfetta e mantiene intonsa la propria porta nello 0-0 della sfida di ritorno dei quarti di Champions League. Forte delle tre reti di vantaggio dell’andata, la squadra di Allegri si difende con ordine concedendo il minimo alla squadra di Luis Enrique, apparsa molto più reattiva rispetto alla gara di andata. Partono bene i padroni di casa, sospinti dai 100 mila del Nou Camp che non hanno mai smesso di incitare la squadra fino al fischio finale. Nel primo tempo è Messi a sprecare l’occasione più ghiotta per gli azulgrana, calciando a lato dal limite dell’area un rigore in movimento. Anche la Juventus avrebbe la palla del vantaggio, ma il Pipita Higuain spreca malamente davanti a Ter Stegen da pochi passi.

Nel secondo tempo il Barcellona stringe i tempi e pressa la Juventus costringendola nella propria area. Dani Alves fa fatica a controllare le accelerazioni di Neymar e proprio dai suoi piedi partono alcune azioni più pericolose dei padroni di casa. Messi e Neymar sprecano alcune palle gol propizie calciando a lato di poco. Solo in una occasione, Buffon è costretto ad intervenire su Messi per evitare di capitolare.

Higuain e Dybala si affacciano spesso dalle parti di Ter Stegen, ma quasi mai riescono a trovare lo spunto vincente. A Dybala riesce una serpentina in area che si conclude con un sinistro a giro che si spegne alto di poco. Cuadrado avrebbe la palla del ko, ma calcia malamente a lato da posizione defilata. Più trascorrono i minuti e più la squadra di Luis Enrique perde fiducia e mostra la corda dopo avere corso per 90 minuti, forsennatamente.

Al fischio finale esplode la gioia di Allegri e dei suoi ragazzi che hanno meritato ampiamente la qualificazione, mettendo in mostra una solidità difensiva e una compattezza invidiabile. Chiellini e Bonucci mettono la museruola all’attacco più forte del mondo, dimostrandosi uno dei tandem difensivi più forti del mondo. Domani si conosceranno i rivali dei bianconeri in semifinale. Nell’altra gara dei quarti è il Monaco a superare il turno, bissando il successo dell’andata. I monegaschi si sono imposti per 3-1 grazie alle reti di Mbappe, Falcao e Germain, mentre è Reus a segnare l’unica rete del Borussia Dortmund.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*