Juventus, quale nome per il centrocampo?

Si potrebbe quasi dire che l’estate della Juventus abbia avuto almeno due facce ben distinte: da una parte il disastroso mese di giugno, quello della finale di Cardiff e degli addii clamorosi di Dani Alves e di Leonardo Bonucci. Un pessimismo crescente, che è stato poi controbilanciato da alcuni innesti molto interessanti, come quelli di Douglas Costa, Federico Bernardeschi, Mattia De Sciglio, Szczesny e Bentancur.

JuventusIn tal senso, la prima tournée estiva, quella che ha avuto luogo in America, ha visto una Juventus già piuttosto sciolta, benché ci sia ancora parecchio su cui lavorare. In fin dei conti, le indicazioni arrivate dalle amichevoli con il Barcellona, il Paris Saint Germain e la Roma sono stato tutto sommato positive: la Juventus ha palesato lampi di bel gioco, facendo già intendere lo stravolgimento della stessa filosofia di gioco che l’ha sempre contraddistinta: addio alla BBC e alla forza difensiva, per abbracciare una maggiore imprevedibilità in attacco. Non a caso la campagna acquisti, fino a questo momento, è stata indirizzata a favore di quel 4-2-3-1 tanto desiderato da Massimiliano Allegri.

E, tuttavia, rimane una rosa ancora non completa, rispetto a quelle che sono le necessità della Juventus. Se, infatti, l’attacco è ormai a posto, con un’ultima ciliegina che corrisponderebbe al nome di Keita Baldé, c’è ancora da sistemare il centrocampo. Nel 4-2-3-1 saranno due i titolari sulla mediana, e al momento la Vecchia Signora vanta tre elementi di grande livello: Pjanic, Khedira e Marchisio, mentre più defilati troviamo Lemina, Rincon (questi ultimi due in uscita, presumibilmente), Sturaro e Bentancur, con Asamoah che è ormai stato trasformato in un terzino sinistro, riserva di Alex Sandro.

Considerando che Pjanic, Khedira e Marchisio, pur vantando delle qualità a dir poco indiscutibili, vengono spesso considerati troppo lenti e poco imponenti dal punto di vista fisico, la Juventus vorrebbe invece inserire un giocatore molto forte e dinamico in mezzo al campo. Ma quale sarebbe il profilo ideale? Nelle scorse settimane si sono fatti diversi nomi, ma ad oggi è difficile capire se uno di essi potrebbe arrivare sul serio.

Sfumati Tolisso e Matic (quest’ultimo tornato alla corte di Mourinho, al Manchester United), Emre Can è troppo difficile da raggiungere, visto che il Liverpool sta provando a blindarlo. Per N’Zonzi pesa la clausola rescissoria di 40 milioni di euro, mentre la pista più calda rimane quella di Matuidi: in questo caso, però, è l’età del giocatore, trentenne, a porre un freno alla trattativa.

1 Trackback / Pingback

  1. Un tulipano per la Juventus, arriva Kevin Strootman? - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*