Juventus, intrighi in difesa tra passato, presente e futuro

Se fino a circa tre o quattro anni fa, tendevamo a sottostimare il calciomercato in Serie A, le ultime due sessioni estive hanno invece fatto registrare un clamoroso ritorno delle nostre sul palcoscenico mondiale. Merito soprattutto della Juventus, che dopo una ripartenza con progetto a lungo termine, cominciato perlopiù con parametri zero di qualità e investimenti poco onerosi ma di grande efficacia tecnica, in breve tempo si è consacrata come una delle squadre più potenti del pianeta. Tanto che, se nel 2016 destò clamore l’acquisto di Gonzalo Higuain direttamente dagli acerrimi rivali del Napoli, per una cifra record di ben 90 milioni di euro, poche settimane fa il banco è completamente saltato, con l’innesto di Cristiano Ronaldo: il più forte del mondo è stato prelevato per 100 milioni (più vari oneri accessori) dal Real Madrid, ma la Juventus era solo agli inizi.

Juventus BBC Buffon Barzagli Bonucci ChielliniDa qualche settimana, infatti, le questioni più chiacchierate della formazione bianconera riguardano il reparto arretrato. Una storia che, in realtà, trova profonde radici già dallo scorso anno: il rocambolesco addio di Bonucci, trasferitosi al Milan, contestualmente al forfait di Dani Alves, aveva stravolto le strategie di mercato della Juventus, che adesso prova a ripuntellare uno dei suoi settori tradizionalmente più forti.

Proprio il nome di Leonardo Bonucci, tuttavia, a gran sorpresa è tornato a furor di popolo. Le notizie a riguardo sono ancora piuttosto nebulose, ma sembra che il centrale azzurro, che alla corte della Vecchia Signora ha trascorso i migliori anni della carriera, farebbe le carte false pur di tornare alla base: con tanto di riduzione di ingaggio e lettera di scusa ai tifosi. Il perdono degli ex compagni e soprattutto di Allegri, invece, sarebbe già stato ottenuto telefonicamente diversi giorni fa.

Una trattativa, questa, che però cozza con quelle che finora erano state le mosse di Marotta e Paratici per sistemare il reparto. Il Milan, per dar via Bonucci, chiederebbe infatti in cambio il giovane Caldara, che però la Juventus vorrebbe trattenere: soprattutto dando per scontato l’addio di un altro giovane difensore, Daniele Rugani, da tempo in ottica Chelsea.

Ma non solo: la Juve infatti aveva messo gli occhi su Godin, disposta anche a pagare la clausola rescissoria di 20 milioni che lega il difensore uruguayano (ancora combattuto se rinnovare o no) all’Atletico Madrid. Inutile dire che un suo eventuale arrivo escluderebbe quello di Bonucci, e viceversa. A meno che Caldara non venga messo davvero sul mercato, mossa che farebbe inferocire i tifosi (che sui social si sono già scagliati contro un eventuale ritorno di Bonucci).

Il tutto senza scordare la posizione di Benatia, che la Juventus potrebbe decidere di sacrificare, e di Darmian, che i bianconeri vorrebbero regalare ad Allegri anche considerando il lungo infortunio di Spinazzola. Giorni burrascosi insomma, ma entro una decina di giorni bisognerà trovare la quadra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*