Juventus, con l’ Inter per ammazzare il campionato?

La quindicesima giornata del campionato di Serie A, che per l’occasione giunge agli inizi di questo mese di novembre, potrebbe essere già decisiva per l’assegnazione del titolo. La Juventus, infatti, grande favorita per la conquista del suo ottavo alloro consecutivo, vanta già un enorme vantaggio sulle varie inseguitrici: il Napoli, che al momento pare essere l’unica compagine in grado di opporre resistenza alla Vecchia Signora, è distante di ben 8 lunghezze. Ancora peggio l’ Inter, che pure, dopo l’ottima campagna di rafforzamento messa in atto nella scorsa estate, sembrava poter rappresentare una solida alternativa allo strapotere bianconero: la banda di Spalletti è in ritardo di addirittura 11 punti.

Allegri JuventusEcco perché, in un mese definito di ferro dai più, la Juventus potrebbe, al contrario, porre una seria ipoteca sulla vittoria dello Scudetto. E l’occasione sarà praticamente immediata, proprio grazie al derby d’Italia che, venerdì sera, si terrà presso l’Allianz Stadium di Torino. L’ Inter, prima squadra in assoluto a espugnare l’invincibile fortino bianconero nel lontano 2012, sarà proprio ospite al cospetto della Vecchia Signora.

Un’eventuale successo da parte dei nerazzurri, particolarmente complicato ma non del tutto impossibile, probabilmente non rilancerebbe le ambizioni di Spalletti in chiave Scudetto (visto che da -11 si passerebbe a -8, una distanza comunque difficile da accorciare), ma permetterebbe comunque al Biscione di non perdere terreno rispetto al Napoli, secondo, e di rimanere saldamente agganciato al treno Champions.

Di contro, se la Juventus dovesse riuscire a sconfiggere anche gli storici rivali, inanellando così la quattordicesima vittoria sui quindici impegni di questa Serie A, la sua candidatura al trionfo finale diverrebbe quasi una legge. A quel punto, infatti, l’ Inter si ritroverebbe ad accusare un ritardo di addirittura 14 punti, e di fatto sarebbe tagliato fuori oltre ogni speranza. Rimarrebbe il Napoli, certo, che però rimarrebbe a debita distanza, e che comunque è già stato autorevolmente sconfitto dai bianconeri per 3 – 1 all’andata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*