La Juventus vede in HD, Genoa battuto in Coppa Italia

Due fiammate dell’accoppiata vincente, due passi del tango tutto argentino formato da Paulo Dybala e da Gonzalo Higuain, sono stati sufficienti alla Juventus per abbattere il Genoa in Coppa Italia, nella sfida degli ottavi di finale della competizione. Un 2 – 0 non troppo sofferto, quello dei bianconeri, che peraltro, per la settima gara consecutiva, sono riusciti a mantenere la porta inviolata.

Allegri JuventusÈ questa, in un certo senso, la vera notizia per la Juventus, che è riuscita a rendere nuovamente impermeabile un reparto, quello arretrato, protagonista di fin troppe amnesie nella prima parte di questa stagione. Così come, se vogliamo, fa notizia il ritorno al gol della Joya, che mancava dal 3 – 2, marcatura peraltro inutile, patito per mano della Sampdoria in campionato.

Un gol magnifico, quello firmato da Dybala, nato anche in collaborazione delle giocate dei vari Marchisio e Bernardeschi. L’ex esterno della Fiorentina è stato autore di una prestazione tutto sommato positiva, mentre il Principino, per l’occasione capitano della Juventus, nelle fasi finali del match, ha conosciuto una flessione fisica praticamente fisiologica, considerando che ultimamente ha visto poco il campo.

Nel secondo tempo, nel momento migliore del Genoa (vicino anche alla rete del pareggio a causa di un insolito svarione di Barzagli), ci pensa Higuain, subentrato ad un Douglas Costa poco incisivo, a chiudere definitivamente i conti: bella palla della Joya, il Pipita aggancia al limite dell’area mandando a vuoto un difensore genoano, e il destro a incrociare è chirurgico.

Una partita nella quale, tutto sommato, il Genoa, per l’occasione infarcito di riserve, non ha demeritato. Per qualche minuto si è rivisto all’opera anche Pepito, Giuseppe Rossi, che avrebbe dovuto calciare anche un rigore fischiato dal signor Maresca al minuto 83: l’arbitro, tuttavia, dopo consultazione del VAR, decide di annullare la concessione, in quanto il “placcaggio” di Asamoah ai danni del giovane Pellegri è stato ritenuto evidentemente troppo leggero, per giustificare l’assegnazione della massima punizione.

Finisce 2 – 0 in favore della Juventus dunque, che ai quarti di finale di Coppa Italia affronterà nella stracittadina, fra le mura amiche dello Stadium, il Torino di Mihajlovic.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*