Juventus inarrestabile, il campionato è ipotecato

Troppo forte. A corollario di un ruolino di marcia a dir poco inarrestabile, con ben 43 punti messi in saccoccia sui 45 disponibili, la Juventus ha oramai posto un’ipoteca molto seria sul campionato di calcio di Serie A, prenotando, di fatto, quello che sarebbe il suo ottavo titolo consecutivo. Sconfiggendo per 1 – 0 l’ Inter fra le mura amiche dell’ Allianz Stadium, in quello che è stato l’ennesimo derby d’Italia, appare oramai chiaro, una volta di più, che la Vecchia Signora non ha rivali, nel Belpaese, in grado di rappresentare una credibile alternativa.

Allegri JuventusAvendo avuto la meglio anche sull’ Inter, infatti, la Juventus ha di fatto battuto tutte le squadre dalla seconda alla quarta posizione: in ordine, Napoli, Inter, Milan e Lazio. Un filotto durante il quale la Vecchia Signora ha peraltro subito una sola marcatura, dai partenopei, realizzandone invece otto: una differenza a dir poco disarmante, che ben lascia intendere la superiorità di questa squadra.

Ancor di più, in questo momento la Juventus vanta un distacco di ben 14 punti proprio sui nerazzurri, terzi in classifica, e a questo punto praticamente impossibilitati a raggiungere i bianconeri, salvo impensabili cataclismi. L’unica rivale che sembra poter ancora dire la propria, in tutto questo discorso, è il Napoli: Carlo Ancelotti non vuol saperne di gettare la spugna finché la matematica descriverà i campani come ancora in corsa, ma è chiaro che, avendo perso il primo scontro diretto, e con un ritardo di 8 lunghezze, sia davvero difficile pensare di riportarsi sotto entro la fine del torneo.

Una Juventus che, oltretutto, viaggia a suon di record: nella storia del calcio italiano mai nessuna squadra era riuscita a pervenire ad un debutto così positivo, con 14 vittorie ed un pareggio nelle prime 15 giornate. Questo è anche il primato dei cinque maggiori campionati europei: la Vecchia Signora ha infatti eguagliato Barcellona, Manchester City e Paris Saint German, le altre tre squadre a riuscire in questa impresa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*