Italia e Olanda, le decadute d’Europa ferme al pari

È terminata pochi minuti fa la gara amichevole tra le due nobili decadute del calcio europeo, quell’ Italia e quell’ Olanda che, dopo aver clamorosamente fallito la fase delle qualificazioni, non prenderanno parte ai prossimi campionati mondiali di Russia 2018. Una sfida che, tuttavia, al di là della modestia della posta in palio, e pur tra il naturale rammarico per l’assenza dal prossimo torneo iridato, offre ai tifosi grandi emozioni, ed uno spettacolo che alla fine riesce in qualche modo a soddisfare tutti.

Roberto Mancini ItaliaA partire proprio dall’ Italia, protagonista di una prestazione fatta più di luci che di ombre. Soprattutto nel primo tempo, quando gli uomini di Roberto Mancini sfoderano probabilmente il meglio della neonata gestione del commissario tecnico. Quarantacinque minuti di assoluto dominio, con l’Olanda incapace di affacciarsi dalle parti di Perin, e anzi Cillessen viene costretto più volte alla prodezza personale. Da segnalare anche un gol annullato a Belotti, per posizione di fuorigioco, proprio nelle fasi iniziali del match.

Il secondo tempo, complice probabilmente anche un po’ di stanchezza, vede gli equilibri farsi ancor più fragili, e la prova messa in campo dalle due selezioni è particolarmente sentita e combattuta, come dimostrano anche i tanti cartellini distribuiti dal direttore di gara. A sbloccare il risultato, tuttavia, ci pensano gli uomini della panchina: Chiesa, e soprattutto Zaza, che non vestiva la casacca azzurra da novembre 2016, un anno e mezzo.

Il gol firmato dinanzi ai vecchi tifosi della Juventus, su suggerimento dell’esterno della Fiorentina e con la complicità incolpevole di Van Dijk, segnano l’uscita dal tunnel per Zaza nella sua fin qui delicata esperienza con la maglia dell’ Italia. Tuttavia i festeggiamenti durano poco: alla ripresa del gioco, Criscito stende Babel lanciato in una ripartenza fulminante, e la sua espulsione apre la strada al pareggio olandese, che si concretizza negli ultimi minuti con Aké. Ma per Mancini, certamente, i segnali sono positivi.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Le prime indicazioni dell’ Italia di Roberto Mancini - Tutto Sport
  2. Juventus, eccoti Perin: che coppia con Szczesny! - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*