Italia, esordio così così in Nations League

Si è concluso con un insoddisfacente pareggio l’esordio dell’ Italia nella neonata Nations League, l’ultima competizione promossa dalla UEFA. La selezione azzurra, reduce da uno dei momenti più critici della sua intera storia, non è riuscita ad andare oltre l’ 1 – 1 contro uno Polonia a sua volta poco brillante, ma comunque dotata di una serie di elementi di grande esperienza e qualità.

Leonardo Bonucci ItaliaScelte parzialmente a sorpresa, quelle di Roberto Mancini: un undici titolare che ha visto l’esclusione dei vari Criscito, Benassi e Immobile, apparentemente favoriti per vestire la casacca dal primo minuto, in favore di Biraghi, Gagliardini e Belotti. Soluzioni che, col senno di poi, non si sono rivelate particolarmente felici, pur a fronte dell’indiscutibile generosità messa in campo dagli Azzurri.

Nella prima frazione di gioco, in particolare, l’ Italia è protagonista di una prestazione fumosa e imprecisa, con numerosi errori dal punto di vista tecnico, in alcuni casi anche piuttosto elementari. È così, ad esempio, che nasce il vantaggio della Polonia. È il 40° minuto, allorché Jorginho, a ridosso dell’area di rigore, perde un pallone sanguinoso: lo recupera Lewandowski, che dalla sinistra pesca il napoletano Zielinski, che a sua volta, a due passi dalla porta, buca un incolpevole Donnarumma.

L’ Italia sembra non averne, e soltanto con Bernardeschi riesce sporadicamente a farsi vedere dalle parti di Fabianski. Perlomeno, fino alle battute conclusive del secondo tempo: Belotti e Chiesa rilevano due impalpabili Balotelli e Insigne, e proprio l’esterno della Fiorentina, pochi minuti dopo l’ingresso in campo, si procura un preziosissimo calcio di rigore. Jorginho si presenta dal dischetto e spiazza l’estremo difensore polacco, riportando il risultato sulla parità.

Finisce 1 – 1 dunque, con il nuovo corso dell’ Italia che, tuttavia, somiglia ancora troppo marcatamente a quello vecchio. Tutto rimane ancora in gioco per quanto concerne il girone di Nations League, ma la sensazione è che, se si vorrà andare avanti, contro il Portogallo servirà ben altro.

1 Trackback / Pingback

  1. Nations League, le formazioni di Portogallo – Italia - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*