Italia, crisi senza fine: senza gol, senza vittorie

L’ Italia del calcio sta vivendo uno dei momenti più critici della sua intera storia, un fattore oramai assodato da tempo, e che tuttavia, ahinoi, adesso si sta consolidando sempre di più. La mancata qualificazione ai campionati mondiali di Russia 2018, in questo senso, ha rappresentato una sorta di pietra lapidaria per le ambizioni della Selezione Azzurra, una fra le più titolate di sempre. Un’apocalisse, come la definì l’ex numero uno della FIGC Carlo Tavecchio. Tuttavia, il post-Ventura non è stato chissà quanto… meno “sventurato”. Anzi, i numeri tradiscono un’ Italia davvero abulica ed incolore, spesso addirittura ai limiti dell’imbarazzo.

Chiellini BBC ItaliaBasti già solo pensare alla fin qui breve esperienza azzurra di Roberto Mancini: il nuovo commissario tecnico ha collezionato cinque presenze sulla panchina dell’ Italia, disputando tre amichevoli e due gare nel girone di Nations League. La nuova competizione europea è stata fin qui impietosa: una sconfitta con il Portogallo, un misero pareggio contro la Polonia, peraltro raggiunto solo grazie a un calcio di rigore. Questo è stato anche l’unico gol messo a segno dagli Azzurri nel torneo: una miseria.

Nei tre precedenti impegni senza posta in palio, l’ Italia non ha fatto molto meglio: pareggio per 1 – 1 contro l’altra esclusa di lusso del mondiale, l’Olanda, e brutto KO per 1 – 3 contro la squadra che il mondiale lo avrebbe invece vinto, la Francia. Poi, una sofferta vittoria per 2 – 1 contro uno degli avversari più modesti che i nostri abbiano incontrato negli ultimi anni, vale a dire l’Arabia Saudita (che pure, però, a differenza nostra, era presente a Russia 2018). Morale della favola: due sconfitte, due pareggi, una vittoria, cinque gol fatti e sette subiti.

E prima? Anche le amichevoli portate avanti dall’allenatore ad interim, Gigi Di Biagio, non hanno fatto sorridere: sconfitta per 2 – 0 contro l’Argentina, e misero pari contro l’Inghilterra, per 1 – 1. Poi c’è l’ultima parentesi della gestione Ventura: lo spareggio mondiale perso contro la Svezia (KO per 1 – 0 all’andata e 0 – 0 al ritorno), il 3 – 0 rimediato dalla Spagna nel girone, un brutto pareggio per 1 – 1 contro Macedonia, due vittorie di misura contro Albania e Israele. Morale della favola, nel parziale dell’ultimo anno: 3 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte negli ultimi 13 impegni, con 9 gol fatti e 15 subiti. C’era una volta l’ Italia… e non era questa.

1 Trackback / Pingback

  1. Amichevole, le formazioni di Italia – Ucraina - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*