Italia, le avversarie del girone di qualificazione di Euro 2020

Siamo oramai sempre più vicini alla conclusione del 2018, e il nuovo anno, praticamente alle porte, segnerà anche il ritorno dei vari impegni delle selezioni nazionali. Grandi aspettative, inevitabilmente, sono riversate sulla nostra Italia, che dopo aver fallito clamorosamente la qualificazione ai campionati mondiali di Russia 2018, non può adesso in alcun modo mancare all’appuntamento della prossima grande manifestazione internazionale: quella di Euro 2020, il torneo europeo che, per una volta, si terrà eccezionalmente lungo tutto il territorio continentale.

Roberto Mancini ItaliaL’ Italia, almeno sulla carta, ha avuto una buona fortuna circa il sorteggio delle avversarie: inserita nell’ultimo girone, il J, la Nazionale guidata da Roberto Mancini dovrà affrontare Bosnia ed Erzegovina, Finlandia, Grecia, Armenia e Liechtenstein.

L’impresa, insomma, sembra essere largamente a portata di mano per l’ Italia, soprattutto in virtù del fatto che, a Euro 2020, si qualificheranno le prime due classificate di ogni gruppo, più le migliori quattro terze. E, ad eccezione di Bosnia ed Erzegovina, le altre squadre non sembrano avere le carte per poter impensierire gli Azzurri, che nelle ultime uscite hanno dato degli incoraggianti segnali di ripresa.

Bosnia ed Erzegovina che, peraltro, porta in dote alcuni elementi di spicco della Serie A. Non a caso, i due uomini più rappresentativi di questa nazionale, sono anche due giocatori imprescindibili per i rispettivi club: l’attaccante Edin Dzeko, punta di diamante del reparto offensivo, nonché capitano di questa Bosnia, e il regista della Juventus Miralem Pjanic. Sarà a loro due che Mancini dovrà guardare con maggiore attenzione, per non fallire l’approdo a Euro 2020.

C’è poi la Grecia, che pur non essendo più la rivelazione di Portogallo 2004, allorché gli ellenici, clamorosamente, si sedettero sul trono d’Europa vincendo la manifestazione disputata in terra lusitana, non è da sottovalutare. In particolare, le migliori risorse risiedono nel reparto arretrato, e anche in questo caso ci sono due conoscenze della Serie A: il portiere del Napoli Karnezis, e soprattutto il difensore della Roma Manolas. Ad essi si aggiunge inoltre l’esperto centrale dell’Arsenal, il capitano Papastathopoulos.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*