Italia, un’altra vittoria: Europei a un passo

Quattro vittorie consecutive, e un girone fin qui a punteggio pieno. Un materiale che negli ultimi tempi è stata roba rara per l’ Italia, considerando le tante difficoltà nel gruppo di qualificazione per i mondiali di Russia 2018 con conseguente mancato approdo al torneo iridato dopo gli spareggi contro la Svezia. Tempi che sembrano lontanissimi, ma che riportano a neanche due anni fa: come possono cambiare le cose, in pochi mesi. E come può cambiare l’identità di una squadra, da un allenatore all’altro.

Leonardo Bonucci ItaliaUn filotto positivo, quello che ha inanellato l’ Italia nelle ultime uscite, in cui la firma di Roberto Mancini risulta vistosa, decisa. Di più: decisiva. Bravo il nuovo commissario tecnico, a ritemprare i suoi ragazzi anzitutto da un punto di vista mentale, laddove prima regnava un senso di abbattimento e di rassegnazione. Una ripresa che si vede anche nella ribalta di una sfida delicata contro Bosnia ed Erzegovina: ovvero, laddove una certa pressione, di fronte ad un avversario fisicamente forte e anche qualitativamente dotato, avrebbe potuto schiacciare la tenuta azzurra.

L’ Italia invece non ha demorso, neanche dopo lo svantaggio di Edin Dzeko, e nel secondo tempo trova la forza per completare un’importante rimonta: il pari firmato da Lorenzo Insigne, autore di una prodezza balistica, poi il definitivo sorpasso con una finezza di Marco Verratti. Un 2 – 1 che, di questi tempi, vale più dell’oro.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. L’ Italia dei giovani è forte: buona la prima in Under 21 - Tutto Sport
  2. L’ Italia batte la Finlandia e “vede” gli Europei - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*