È un’ Inter a parametro zero: ecco Godin

Benché sia da poco cominciato il nuovo anno, e la sessione invernale di calciomercato sia nel pieno del suo svolgimento, molti club di calcio stanno già programmando per la stagione che verrà. E l’ Inter, che da qualche tempo a questa parte ha cominciato a palesare una grande fase di crescita, forte anche dell’ingresso nella società di un dirigente capace come Beppe Marotta, sta proprio seguendo questa strada. L’ex bianconero, che negli anni di militanza alla Juventus si è fatto conoscere anche per l’abilità nel mettere sotto contratto numerosi parametri zero di grande caratura, sembra avere oramai stretto la propria morsa attorno ad uno dei migliori difensori del pianeta: Diego Godin, già vicinissimo alla Vecchia Signora proprio nella scorsa estate.

Diego GodinGodin, in effetti, anche grazie all’intermediazione di Marotta, era stato ad un passo dal vestire la casacca della Juventus alcuni mesi fa. La volontà del giocatore, tuttavia, anche in rispetto dell’allenatore Diego Simeone, era quella di chiedere la propria brillante carriera a Madrid, con l’Atletico. La promessa di un rinnovo a vita, mai mantenuta, ha tuttavia allontanato il difensore da questa prospettiva, avvicinandolo invece ad un addio che si sarebbe consumato alla conclusione del contratto: in estate, per l’appunto.

Gli argomenti utilizzati dall’ Inter sono stati evidentemente convincenti e graditi dallo stesso Godin, che, stando alle ultime indiscrezioni, avrebbe accettato di buon grado di vivere un’ultima avventura calcistica per la parte finale della sua carriera. Alla soglia dei 33 anni, così, il centrale uruguayano sarebbe pronto a sbarcare in Serie A, sponda Inter.

Rimane da capire, tuttavia, che cosa succederebbe in questo caso all’organico nerazzurro, che in difesa può già contare sull’apporto di interpreti del calibro di Skriniar, De Vrij e Miranda. Se il brasiliano, effettivamente, sembra al passo d’addio, anche a causa di un’età piuttosto avanzata (a settembre compirà 35 anni), privarsi dello slovacco o dell’olandese rappresenterebbe sì un grande guadagno in termini di plusvalenza, ma anche una perdita tecnica non indifferente.

1 Trackback / Pingback

  1. Godin, Manolas, de Ligt: quando i colpi sono in difesa - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*