Inghilterra – Italia, le pagelle degli azzurri

Nella seconda gara amichevole di questo impegno di fine marzo, l’ Italia trova un pareggio tutto sommato accettabile nel difficile tempio di Wembley, contro i padroni di casa dell’ Inghilterra. Diamo dunque i voti agli azzurri.

Di Biagio ItaliaDonnarumma: 6,5 – Al passaggio di consegne con il “mentore” Buffon. Incolpevole sul gol, ne salva un altro sempre su Vardy. Il resto è ordinaria amministrazione, per la quale risponde con sicurezza.

Zappacosta: 6 – Prestazione tutto sommato accettabile quella del terzino del Chelsea, anche se ci si aspetterebbe più precisione e più incisività dalla sua spinta offensiva.

Bonucci: 6 – Una gara senza grosse sbavature. Grazie anche alla poca pressione degli attaccanti inglesi, prova anche qualcuno dei suoi famosi lanci: peccato che non ne approfitti nessuno. Ingenuo nell’occasione che costa all’ Italia il momentaneo svantaggio.

Rugani: 6,5 – Se il futuro della difesa dell’ Italia passa anche dai suoi piedi, si possono dormire sonni tutto sommato tranquilli. Anche lui si addormenta un po’ nel momento del vantaggio inglese: peccato, il voto sarebbe stato più alto.

De Sciglio: 6,5 – Il passaggio alla Juventus evidentemente gli ha fatto bene. Sempre lucido e sereno, è stato probabilmente il migliore dell’ Italia nelle due amichevoli. Una chiusura in scivolata su Vardy, dopo appena 10 minuti, vale quasi come un gol.

Pellegrini: 5,5 – C’è il desiderio di mettersi in mostra, ma la frenesia non corrisponde alla precisione. Prende anche qualche pestone di troppo, ed esce affaticato. (Dal 79° Gagliardini: s.v.)

Jorginho: 5,5 – Meglio rispetto alla gara contro l’ Argentina, ma la prova è ancora troppo scolastica per uno che dovrebbe disegnare le geometrie dell’ Italia.

Parolo: 5,5 – Fisicamente sembra far sempre un po’ di fatica, ma anche lui ha dato dei segnali perlomeno più incoraggianti rispetto a quelli fatti vedere pochi giorni fa.

Candreva: 5 – Un ectoplasma sulla corsia di destra. Spento, svogliato, opaco, la bocciatura arriva all’inizio del secondo tempo: il peggiore in campo. (Dal 55° Chiesa: 6,5 – Un’altra cosa rispetto al compagno. Corre, lotta e si sbatte su ogni pallone, conquistando dal nulla il rigore che ci regala il pareggio.)

Immobile: 5,5 – La voglia è tanta, e di occasioni gliene capitano almeno tre, una delle quali davvero nitidissima: nessuna di esse viene però concretizzata, a dimostrazione di un feeling finora molto scarso con la casacca dell’ Italia. (Dal 64° Belotti: 5 – L’inspiegabile involuzione del Gallo. Qualcuno ci ridia il grande attaccante che abbiamo ammirato nella scorsa stagione: questo è chiaramente il suo gemello scarso.)

Insigne: 6 – Non è una gara indimenticabile: compie numerosi errori tecnici, spesso anche piuttosto banali, il che è incredibile per un giocatore così dotato. Lo stesso fatto di agire così lontano dalla porta di certo non lo aiuta. Ha però l’indiscutibile merito di trasformare il rigore che, in un colpo solo, consente all’ Italia di tornare al gol, e di evitare un’altra sconfitta.

Di Biagio: 6 – Fa quel che può, che chiaramente non può essere molto: d’altro canto, probabilmente la sua breve esperienza sulla panchina della nazionale maggiore è già conclusa stasera.

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Juventus – Milan, vittoria rossonera a 6 volte la posta - Tutto Sport
  2. Sassuolo – Napoli in streaming e diretta TV, dove vederla - Tutto Sport
  3. Le probabili formazioni di Juventus – Milan - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*