Ibrahimovic chiama il Milan dopo l’infortunio: segnali di intesa ?

Ibrahimovic si è recato negli Usa per operarsi dopo avere chiamato il Milan, ecco i motivi della telefonata del campione svedese.

Secondo una indiscrezione battuta dal “Telegraph”, Zlatan Ibrahimovic, subito dopo l’infortunio muscolare patito con il Manchester United in Europa League, avrebbe chiamato proprio il Milan, la sua ex squadra per avere ragguagli e consigli sul da farsi. Come si sa, il campione svedese si è rotto il legamento crociato nel corso della sfida dell’Old Trafford contro l’Anderlecht all’88’.

Per operarsi si recherà negli USA dal Dottore Freddie H. Fu, un nome che sarebbe stato suggerito proprio dallo staff sanitario del Milan, che avrebbe sconsigliato di rivolgersi a medici europei. Freddie H.Fu ha già operato con successo ben 6.000 giocatori della NFL. Il suo metodo detto ‘a doppia fasciatura’, pare abbia un’efficacia maggiore sul ginocchio danneggiato conferendogli maggiore resistenza, ed è proprio per questo motivo che Ibrahimovic avrebbe deciso di accettare il consiglio del suo ex club al quale ha dichiarato di sentirsi sempre legato.

Per Zlatan si tratta del primo grave infortunio di una carriera straordinaria che lo ha visto sempre sugli scudi senza subire intoppi di carattere fisico. Una struttura davvero granitica quella del giocatore svedese che gli ha consentito di arrivare a 36 anni con un fisico integro capace di esprimere ancora performance di elevato livello. Anche in questa stagione, tra alti e bassi per il Manchester United di Mourinho, Ibrahimovic è andato a bersaglio con regolarità siglando 17 reti in 28 partite.

Dal 2010 al 2012 ha giocato con la maglia del Milan, andando a bersaglio 42 volte in due stagioni. In passato ha dichiarato di voler chiudere la propria carriera proprio con la maglia rossonera e chissà che al rientro in Europa non possa chiedere di sposare il progetto di Yoshong Li per riportare i rossoneri sul tetto d’Europa alle soglie dei 40 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*