Hamilton si prende la Spagna, Vettel tiene botta

Il campionato mondiale di Formula 1, al termine della quinta gara tenutasi in Spagna, si accende ulteriormente delineando, in maniera probabilmente definitiva, chi saranno i due maggiori contendenti per il titolo. Se è vero, come sosteneva la celeberrima Agatha Cristie, che tre indizi fanno una prova, a maggior ragione cinque indizi formano un segnale più che netto. Ed effettivamente, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, hanno scavato un solco che appare ormai incolmabile per tutti gli inseguitori. Ormai è cosa certa, insomma: saranno il pilota della Ferrari e il corridore di Mercedes a lottare per il trono.

Vettel Hamilton Ferrari Mercedes Formula 1In questo senso, la corsa presso il Circuit de Catalunya si è fatta esplosivo fin dalle battute iniziali. Vettel, infatti, è riuscito ben presto a prendersi la testa della gara, scalzando proprio Hamilton che alla griglia di partenza era primo. Tuttavia, il teutonico ha perso praticamente subito il compagno di squadra, Kimi Raikkonen, sfortunato protagonista, suo malgrado, di un testacoda con Verstappen: il finlandese viene toccato al primo giro da Bottas, la sua Ferrari sbanda e colpisce la vettura della Red Bull. Entrambi vanno out, e Vettel si ritrova da solo a fronteggiare le due Mercedes di Hamilton e del già citato Bottas.

Dopo i primi pit-stop il tedesco riesce a resistere ai due piloti delle frecce d’argento, facendosi valere con un sorpasso magistrale ai danni del “secondo” di Hamilton. E, tuttavia, il ritorno alle gomme morbide favorisce il prepotente ritorno del britannico, che, pur perdendo il compagno di squadra Bottas (costretto al ritiro al giro numero 39 a causa di un guasto al motore), al termine del giro 44 riesce a superare Vettel, rimasto alla mescola media. Da lì alla fine, nulla ha più potuto il ferrarista, nonostante la bontà della sua prestazione: complice anche una certa imprecisione di Felipe Massa al momento di essere doppiato (in quel frangente la Rossa di Vettel ha perso quasi un secondo e mezzo), il corridore del cavallino vede aumentare sempre più il distacco con Hamilton, che vince tra gli applausi.

La terza piazza spetta invece a Daniel Ricciardo, al primissimo podio stagionale con la sua Red Bull. Nonostante il risultato, Vettel tiene ancora le redini della classifica piloti con 104 punti, ma Hamilton si avvicina sensibilmente e adesso è distanziato di sole 6 lunghezze (98 punti per lui). Invariati il terzo e il quarto posto rispettivamente di Bottas e Raikkonen, a distanze tuttavia già siderali (63 e 49 punti), mentre Ricciardo si prende la quinta piazza, con 37 punti. Per quel che concerne la classifica costruttori, Mercedes allunga sulla Ferrari: 161 punti contro i 153 della Rossa. Sempre terza, staccatissima, la Red Bull, con 72 lunghezze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*