Giro d’Italia, vince Carapaz, Nibali secondo

Richard Carapaz ha vinto il Giro d’Italia nell’edizione del 2019. Si è trasformato in concreta realtà il sogno del ciclista ecuadoregno, che aveva preso parte alla corsa nostrana senza poter vantare i favori del pronostico. Partito come una sorta di outsider, con la fama di più che discreto scalatore, nessuno si aspettava che il ventiseienne, entrato alla Movistar in qualità di stagista solamente nel 2016, per poi entrare a pieni ranghi solamente a partire dall’anno successivo, sarebbe riuscito a realizzare una vera e propria impresa. Soprattutto perché compiuta ai danni dei veri favoriti del Giro d’Italia, i grandi delusi di questa competizione: Vincenzo Nibali e Primoz Roglic, la più classica delle situazioni alla “fra i due litiganti, il terzo gode”.

Giro d’ItaliaNon si può certo dire che non ci abbia provato Vincenzo Nibali a rimontare il ritardo sul ciclista dell’Ecuador. Commovente la prova dello Squalo dello Stretto, che, nonostante i 34 anni, ed i limiti fisiologici dovuti ad un’età non più verdissima, ha lottato fino all’ultimo. Penalizzato il messinese, evidentemente, da alcune strategie non andate a buon fine, e dal dualismo con lo stesso Roglic, che ha usurato le sue ambizioni sulla coppa in favore di un Caparaz quadrato e straordinariamente efficace. Ci riproverà per il Tour de France Nibali, dopo la delusione al Giro d’Italia: proverà a far sua la maglia a pois.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*