Gallo, ma che combini? Pugno a Kok e addio Europeo: “Chiedo scusa a tutti”

gallinari europeoLa Trentino Cup si è chiusa con la vittoria – faticosissima – dell’Italia di coach Messina, ma con una notizia che ha lasciato senza parole tutti i tifosi azzurri.

Danilo Gallinari dovrà infatti rinunciare ai prossimi Europei di basket. La diagnosi non ammette interpretazioni: il neo giocatore dei Los Angeles Clippers ha riportato la frattura della base del primo metacarpo della mano destra e dovrà stare fermo per una quarantina di giorni. Tempistica che, come spiega la stessa Federazione in una nota, è incompatibile con l’imminente impegno continentale dell’Italbasket.

Il tutto è avvenuto nella maniera che nessuno avrebbe potuto lontanamente prevedere alla vigilia: il Gallo è caduto nella provocazione di Kok e ha rifilato un cazzottone in pieno volto al giocatore olandese. Un gesto violento, che è costato l’espulsione all’ex Denver Nuggets. In nottata è poi giunta la notizia shock: “Purtroppo non sarò più con la Mia Nazionale – ha scritto Gallinari su Twitter – chiedo scusa ai miei compagni e a tutti”.

Al posto del Gallo è stato già chiamato Diego Flaccadori, che si aggregherà al gruppo azzurro nel raduno di Cagliari (dall’1 al 13 agosto).

Sui social infuriano le polemiche e le critiche nei confronti del neo “losangelino”, a cui viene rimproverata una scarsa maturità nonostante l’età e la grande esperienza accumulata. A difendere il Gallo è intervenuto Gigi Datome: “Colpevolizzare non aiuta – ha detto il giocatore in forze al Fenerbahce – Avanti a testa alta con responsabilità ambizione e coraggio”. 

Della partita con l’Olanda, resta poco da dire. L’Italia ha sudato le proverbiali sette camicie per avere ragione degli “Orange”, a dimostrazione di una forma atletica ancora discutibile e di meccanismi tutti da oliare. Il successo (66-57) consegna agli azzurri per l’ennesima volta la Trentino Cup, ma coach Messina, che ora dovrà fare a meno anche di uno degli uomini di punta della sua Nazionale, avrà di certo il suo bel da fare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*