Galliani non teme il fallimento del closing: ‘Berlusconi in grado di proseguire…’

Ecco l’intervista di Galliani rilasciata a Milan tv dopo il successo nell’anticipo contro il Genoa e le contestazioni della curva.

Adriano Galliani si confessa a cuore aperto a Milan Tv dopo al sofferta vittoria contro il Genoa. L’ad rossonero ha parlato del futuro societario del Milan che appare davvero in alto mare dopo la brutta battuta d’arresto della trattativa con la cordata cinese. Alle proteste della Curva, che chiede maggior chiarezza, Galliani ha risposto per le rime: ‘Chiarezza l’abbiamo, non si è potuto fare tutto nella prima data, son state poi concesse due proroghe, vorrei far notare che il Milan non sia orfano. Sarà banale ma Montella dice che tutto quello che chiede ha, gli stipendi li pagano, la luce c’è. Se non dovessero arrivare i cinesi non è che Berlusconi non sappia mandare avanti il Milan come ha fatto per 31 anni e vi assicuro che è in grado di andare avanti. Se finirà il 7 di aprile che arriveranno altri saranno i benvenuti perchè i contratti son stati firmati in due, se no andremo avanti’.

Nonostante il successo la strada per l’Europa, secondo Galliani, è ancora irta di ostacoli: ‘ Ci vogliono tanti tanti punti, le prime sette-otto squadre del campionato vincono quasi sempre. Noi siamo andati in Champions con 72 punti nel 2013, credo ci vogliano punti più o meno simili per andare in Europa League e non in Champions’.

L’amministratore delegato rossonero ha comunque fiducia nell’ambiente compatto e nel clima positivo che si respira nello spogliatoio rossonero: ‘La squadra dà tutto sempre, si respira l’aria a Milanello di gruppo. Non c’è un problema adesso negli spogliatoi, tutti i problemi che c’erano sono stati risolti. E’ una squadra unita e la prova c’è stata anche contro la Juventus’.

E’ pleonastico, al momento, parlare di mercato soprattutto in un momento in cui il futuro della società appare davvero incerto: ‘Non saprei davvero cosa dire sul mercato, per il momento pensiamo all’Europa poi chi vivrà, vedrà’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*