Gabigol scontento, addio all’ Inter a gennaio?

Non si può certo dire che la stagione dell’ Inter, fin qui, sia stata soddisfacente per i tanti tifosi neroazzurri. La Beneamata, infatti, che pure si era resa protagonista di un mercato assolutamente sontuoso in estate, in campo ha fornito delle prestazioni estremamente deludenti, racimolando una lunghissima serie di sconfitte anche contro gli avversari più impensabili. In questo senso, la debacle più grave l’ Inter l’ha patita in Europa League, allorché, in un girone sulla carta molto semplice, è stata eliminata, addirittura aritmeticamente come ultima in classifica, con un turno di anticipo, perdendo per ben due volte contro una squadra modesta come l’ Hapoel Beer Sheva. Un disastro, che ha visto come capro espiatorio non soltanto Frank De Boer, la cui testa è saltata per far posto a Stefano Pioli, ma anche numerosi giocatori. Su tutti, è emblematico il caso di Gabigol, giunto in pompa magna la scorsa estate e palesatosi come un oggetto misterioso nella rosa neroazzurra.

GabigolGabigol era stato uno degli acquisti di spicco nella sontuosa campagna estiva del mercato interista. Al secolo noto come Gabriel Barbosa Almeida, il brasiliano era stato prelevato dal Santos per circa 30 milioni di euro, soffiato a rivali del calibro della Juventus.

Trovatosi, tuttavia, schiacciato in una rosa piena zeppa di giocatori offensivi, il brasiliano è praticamente scomparso fin da subito. Non visto né da De Boer, né da Pioli, Gabigol è clamorosamente finito ai margini del progetto dell’ Inter, che da par sua è naufragata in una situazione di classifica sconfortante.

Qualche giorno fa è stato l’agente dell’attaccante brasiliano, Wagner Ribeiro, a sbottare esacerbando tutto lo scontento proprio e del proprio assistito, impiegato poco e niente in questa prima parte di stagione. Una grana non da poco per una squadra fin qui in grossa difficoltà, ora costretta a gestire anche i malumori dei propri giocatori. E se, per varie ragioni, pare difficile un ritorno di Gabigol in Brasile a gennaio, più plausibile è invece il prestito ad una squadra italiana, dove avrebbe l’opportunità di scendere di più in campo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*