Gabbiadini bocciato, quali alternative per il Napoli adesso?

Il drammatico crac patito da Milik, gravemente infortunatosi con la sua Polonia qualche settimana fa, ha sicuramente gettato il Napoli nello sconforto. Uno dei punti deboli del mercato dei partenopei, infatti, era stato quello di acquistare soltanto il bomber polacco in sostituzione di Gonzalo Higuain, approdato alla corte della Vecchia Signora. In molti temevano cosa sarebbe potuto accadere se il giovane Milik fosse stato costretto a delle assenze prolungate per qualche motivo, e, quasi come beffa destino, per la legge di Murphy l’ex attaccante dell’Ajax si è rotto il legamento crociato del ginocchio. La prognosi, consistente in diversi mesi di stop (se tutto va bene rientrerà in primavera, nelle battute conclusive della stagione), pareva aver spalancato le porte a Manolo Gabbiadini.

Manolo Gabbiadini: "Vogliamo i tre punti con la Roma"Già, “pareva”, perché Gabbiadini non sta attraversando un momento propriamente felice: anzi, si potrebbe persino azzardare che l’ex sampdoriano, classe ’91, stia vivendo il peggior periodo della propria carriera.

Non devono essere state facili le ultime stagioni per Gabbiadini, costretto dapprima a rimanere all’ombra di Higuain e, in seguito, nuovamente bocciato con l’arrivo del già citato Milik. Adattato, peraltro, in un ruolo non suo, quello di punta centrale dell’attacco (in realtà sarebbe un’ala), il giocatore ha sfruttato male le chance capitategli per forza di cose da titolare. Ad alcune brutte prestazioni, infatti, sono seguiti altri problemi, come l’evitabile espulsione rimediata nella sfida di campionato con il Crotone: condotta violenta e squalifica di tre giornate. E, in seguito, la presa di posizione forte da parte del Napoli, che ha deciso addirittura di multarlo.

Ormai scalzato persino da Mertens, schierato sempre più spesso dal tecnico Sarri con il ruolo di falso nueve, sembra che ormai il tempo di Gabbiadini al Napoli sia finito. L’attaccante avrà ancora qualche settimana a disposizione per riconquistare la piazza, ma a questo punto la sua cessione pare a dir poco inevitabile. Il mercato di gennaio, in questo senso, potrebbe regalare alla corazzata azzurra il genoano Pavoletti, sul quale però Preziosi tenterà di opporre una strenua resistenza. Rimane altrimenti in vista Simone Zaza, la cui avventura inglese al West Ham è già giunta ai titoli di coda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*