Formula 1, il ritorno di Pascal Wehrlein

Il nuovo campionato mondiale di Formula 1, giunto alla sua 68° edizione, è iniziato da poche settimane, con due gare già disputate e una terza che avverrà tra un paio di giorni, proprio durante la festività pasquale. Eppure, benché siamo solo agli inizi, sono state già tantissime, fino a ora, le emozioni cui siamo andati incontro. Basti pensare al dualismo creatosi tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, apparentemente destinati a lottare per il titolo fino al termine della stagione: il tedesco della Ferrari, in questo senso, sta dando tante soddisfazioni ai fan della Rossa, finalmente tornata alla ribalta dopo un periodo abulico e parecchio incerto. Ma i tanti sostenitori italiani hanno avuto di che compiacersi anche grazie all’esordio del pilota di casa nostra, Antonio Giovinazzi, che in Australia e in Cina ha sostituito il degente Pascal Wehrlein.

Pascal WehrleinIn effetti è stato un periodo piuttosto sfortunato e difficoltoso, per Pascal Wehrlein, finora costretto a diversi forfait a causa di un brutto infortunio che ne ha limitato la condizione fisica e mentale. E così, la Sauber, nel frattempo, si era fatta “imprestare” dalla Ferrari il suo terzo pilota, Antonio Giovinazzi appunto, in modo da sostituire degnamente il corridore tedesco della scuderia svizzera finché quest’ultimo non sarebbe stato finalmente nella giusta forma.

Adesso, per Wehrlein, pare essere finalmente scattata la fatidica ora X. Tramite il proprio profilo Twitter ufficiale, infatti, la Sauber ha annunciato in maniera formale che il proprio pilota titolare tornerà finalmente a correre in Bahrein, presso il circuito di Manama, realizzando il proprio esordio stagionale. Con buona pace del nostro Giovinazzi, che dopo il proprio debutto in Australia aveva terminato la corsa in Cina in maniera rovinosa. E che però, comunque sia, dall’alto della sua giovane età, avrà altre occasioni in futuro per rifarsi e per scrivere una carriera lunga, luminosa e ricca di soddisfazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*