Formula 1: male Vettel, in Italia vince Hamilton

Quattordicesimo capitolo del campionato mondiale di Formula 1, con il gran premio casalingo: presso l’autodromo di Monza, la Ferrari, dopo aver praticamente dominato le varie qualifiche, era chiamata a confermare la prestazione, e a portare a casa i bottini più grossi per incalzare la leadership del britannico di Mercedes Lewis Hamilton. Le cose, tuttavia, per Sebastian Vettel, si sono messe da subito male, con un contatto al primissimo giro proprio contro il pilota inglese, che di fatto ne ha condizionato completamente la gara.

Formula 1 macchineUn vero e proprio peccato, considerando che il Gran Premio d’Italia nasceva sotto i migliori auspici per la Rossa. Una Ferrari che, proprio in casa, auspicava di rilanciare le proprie ambizioni iridate in Formula 1, e che tuttavia ha dovuto far presto i conti con la malasorte. Nel contatto avvenuto alla partenza tra Vettel ed Hamilton, ad avere la peggio è proprio il corridore teutonico: costretto al pit stop e all’ultima posizione, Vettel non ha potuto far altro che lanciarsi in una rincorsa disperata, conquistando, alla fine, un quarto posto persino sorprendente.

Epica, invece, la prova di Kimi Raikkonen, che in quel di Monza ha cercato di tenere alto il tricolore finché ha potuto: il finlandese, autore di una performance coraggiosa, a causa dell’accelerato deterioramento delle gomme è stato costretto a cedere il passo ad Hamilton, ma solamente al 46° giro, portando quindi a casa un secondo posto che gli fa onore. Terzo Bottas, mentre Verstappen, a causa di una penalità di 5 secondi, non riesce ad andare oltre la quinta posizione. Ritiro forzato, invece, per Ricciardo, il terzo nelle ultime quattro corse.

Sorride dunque Mercedes, che trionfa in Italia e che si avvicina ancor di più alla vittoria di un altro mondiale di Formula 1, come dimostrano anche le varie classifiche. Per quel che concerne quella dei piloti, Hamilton è primo a 256 punti, allungando di tre lunghezze il proprio vantaggio nei confronti di Vettel (226 punti). Raikkonen, con 164 punti, conserva la terza piazza, incalzato però da Bottas (159 punti). Allungo anche in classifica costruttori: 415 punti per Mercedes, contro i 390 punti di Ferrari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*