Formula 1: Hamilton vince a casa, disastro Vettel

Si è conclusa pochi minuti fa la decima gara del campionato mondiale di Formula 1, il gran premio di Gran Bretagna che ha visto vincitore il beniamino del pubblico: Lewis Hamilton, davanti ai propri tifosi, non ha tradito le aspettative, confermando i pronostici della vigilia e andando a vincere piuttosto agevolmente. Dalla parte opposta, una giornata nera per Sebastian Vettel, che proprio all’ultimo giro ha visto sfumare un podio che pareva ormai raggiunto.

Vettel Bottas Hamilton Formula 1Il tedesco della Ferrari, infatti, è stato dapprima costretto ad arrendersi dinanzi alla potenza di Valtteri Bottas, praticamente inarrestabile dopo la montatura delle gomme rosse. Il finlandese, con gli pneumatici dalla mescola dura, è riuscito a superare in sequenza sia Vettel, che occupava la terza posizione a meno di dieci giri dal termine, sia l’altro ferrarista Kimi Raikkonen, costretto a piegarsi due giri prima della bandiera a scacchi.

La beffa del fato, come detto, avviene al cinquantesimo giro: con Hamilton e Bottas lanciati per prendersi primo e secondo posto nel gran premio britannico, la Ferrari richiama ai box Raikkonen, per permettere a Vettel di prendersi la medaglia di bronzo, e far più punti possibile in vista della classifica generale. Invece, il corridore teutonico fora una gomma, ed è quindi costretto ad un clamoroso pit-stop che gli fa perdere posizioni su posizioni.

Alla fine giungerà settimo, mentre in vetta alla classifica piloti di Formula le cose si fanno adesso maledettamente complicate: Vettel conserva la testa portandosi a 177 punti, ma Hamilton accorcia le distanze di una sola lunghezza, a 176 punti. Bottas, inoltre, continua ad avvicinarsi pericolosamente, e adesso è a 154 punti. Raikkonen, nonostante il podio di oggi, rimane quinto con 98 punti, alle spalle di Ricciardo che conserva la quarta piazza con 117 punti.

Per la Ferrari il tracollo si consuma soprattutto relativamente alla classifica costruttori di Formula 1: 330 i punti di Mercedes, ormai quasi irraggiungibile, contro i 275 punti della Ferrari. Sempre terza Red Bull, con 174 lunghezze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*