Formula 1: disastro in Bahrein, inizio shock per Ferrari

Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, la sensazione è che la stagione che è appena cominciata sarà molto lunga e tortuosa per la Ferrari. La Rossa, che da oltre un decennio non riesce più a ergersi sulla vetta del mondo, è stata sin qui protagonista di un avvio estremamente negativo nella settantesima edizione del campionato mondiale di Formula 1. Dopo un esordio poco edificante in terra australiana, ove, per l’ennesima volta, si è assistito alla doppietta Mercedes composta da Bottas ed Hamilton, è arrivato un altro pomeriggio amaro in Bahrein, ove a cambiare è stato solo l’ordine degli addendi.

Formula 1Una Formula 1 che si preannuncia insomma estremamente difficoltosa per la Ferrari, pur in gare ove, sulla carta, Vettel e la new entry Charles Leclerc potrebbero farla da padroni. Grande delusione soprattutto per quest’ultimo, che pure, da debuttante assoluto, e a soli 21 anni, era stato protagonista di una prestazione da applausi, ma proprio sul più bello è stato tradito dalla vettura: a fronte di un vantaggio a dir poco siderale, e dopo aver compiuto un sorpasso strepitoso persino sul compagno di squadra, il giovane monegasco ha visto cedere il motore della proprio monoposto a 11 giri dalla fine.

Un vero e proprio smacco, all’interno di una gara dominata e che avrebbe potuto portare a Leclerc la prima di una lunga sfilza di soddisfazioni nel mondo della Formula 1. Bravo, comunque, il giovane pilota, a salvare baracca e burattini, e a conservare un prezioso terzo posto pur se costretto a lasciare il passo a Hamilton e Bottas, fino a quel momento praticamente rassegnati a completare il podio. Pessima prova, invece, per Sebastian Vettel, finito in testacoda nel “corpo a corpo” con il britannico di Mercedes, e costretto ad un misero quinto posto finale. Siamo appena a due corse del mondiale, ma per la Ferrari le due classifiche già piangono. Recuperare naturalmente è ancora possibile, ma non poteva esserci inizio peggiore.

1 Trackback / Pingback

  1. Ferrari, male anche in Cina: adesso si fa dura - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*