Le probabili formazioni di Napoli – Shakhtar Donetsk

È oramai quasi tutto pronto in vista dell’attesissimo ritorno della Champions League, in una tornata che sarà praticamente da dentro o fuori per molte compagni. E, tra di esse, immancabilmente si piazza anche il Napoli: i partenopei, al netto di un cammino assolutamente convincente in Serie A, con un meritato primo posto frutto di 11 vittorie e 2 pareggi su 13 turni, hanno attraversato molte più difficoltà nel girone di Champions, con ben 3 KO incassati su 4 apparizioni. Il che, virtualmente, equivale ad una eliminazione quasi certa, a meno che nelle ultime due gare gli uomini di Sarri non compiano un miracolo.

Napoli ReinaIl primo passo, chiaramente, consiste nell’abbattere lo Shakhtar Donetsk, che si aggiudicò la gara di andata e che sembra oramai ad un passo dalla conquista del secondo posto nel girone proprio ai danni del Napoli: il che, chiaramente, porterebbe ad un biglietto per gli ottavi di finale di Champions League. Per scongiurare questo infausto scenario, allora, ecco che Maurizio Sarri potrebbe far largo ad un moderato turn-over, un po’ perché obbligato, un po’ per far ricorso a forze decisamente più fresche.

I maggiori problemi di formazione, per il Napoli, sono localizzati nel reparto difensivo. Ghoulam, come sappiamo, è costretto ad un lungo forfait per l’infortunio occorsogli nella sfida di Champions contro il Manchester City, mentre Koulibaly è squalificato. Anche Albiol è piuttosto affaticato, ma stringerà comunque i denti per esserci. Le alternative, dunque, sono due: confermare Mario Rui sulla sinistra, lasciando Hysaj a destra, oppure spostare quest’ultimo sulla corsia mancina inserendo Maggio a destra. La coppia centrale, dinanzi a Pepe Reina, sarebbe invece composta da Albiol e Chiriches.

Grande indecisione, per Sarri, a centrocampo: Zielinski e Diawara scalpitano, e, considerando che Allan e Jorginho hanno giocato parecchio negli ultimi tempi, il tecnico dei partenopei potrebbe decidere di gettarli nella mischia insieme al capitano Hamsik. Nessun dubbio, invece, relativamente al reparto offensivo: con Milik ancora fermo ai box, toccherà nuovamente a Insigne, Mertens e Callejon.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*