Fiorentina, un mercato dalle porte girevoli: tanti big con la valigia in mano

Ecco alcuni movimenti in uscita della Fiorentina nel prossimo calciomercato che si preannuncia carico di cessioni eccellenti.

Sarà un calciomercato scoppiettante quello della Fiorentina, che a giugno potrebbe avviare una autentica rivoluzione nella rosa con tantissime cessioni e altrettante new entry. Secondo l’indiscrezione diffusa dalla Gazzetta dello Sport, tanti giocatori che sono scesi in campo come titolari nella sfida vinta in extremis contro il Cagliari, avrebbero già le valigie pronte.

A cominciare dal numero uno, il rumeno Tatarusanu, che sembra avere ormai fatto il proprio tempo in riva all’Arno e che non ha mai convinto del tutto la piazza. L’acquisto di Sportiello a gennaio è stato mirato proprio alla successione dell’attuale numero uno. Sicuro (e già annunciato) l’addio alla maglia viola per il capitano, Gonzalo Rodriguez, che non ha trovato l’accordo con la dirigenza per il rinnovo contrattuale e che potrebbe accasarsi in un’altra squadra italiana (Inter e Sampdoria in pole).

Sulla lista di partenza anche Badelj, autore di una seconda parte di stagione in chiaroscuro, che piace a molti club italiani. Il croato partirà solo se arriverà un’offerta congrua. L’acquisto di Saponara a gennaio, prelude anche all’addio di Josip Ilicic, diretto verso la Premier League dove vanta diversi estimatori. Incerto ancora il riscatto di Tello, il cui rendimento altalenante (più ombre che luci) non ha convinto del tutto la dirigenza gigliata. Non desterebbe sorpresa la scelta di restituire l’ala iberica al mittente (il Barcellona).

Ancora in bilico la posizione di Kalinic, che a gennaio ha rifiutato l’offerta sontuosa giunta da Pechino dichiarando amore incondizionato alla maglia viola. L’attaccante croato si trova a meraviglia nel capoluogo toscano, ma se arrivasse un’offerta paragonabile a quella di gennaio, la società gigliata potrebbe decidere di cedere. In bilico la posizione di Borja Valero, il cui rendimento attuale è ben lontano dai fasti di un paio di anni fa. La Roma vigila.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*