Euro Under 21, le pagelle di Italia – Repubblica Ceca

Brutto tracollo dell’ Italia Under 21 nel torneo giovanile che si sta disputando in questi giorni in terra polacca: gli Azzurrini, tra i favoriti per la vittoria finale del torneo, sono stati piegati dai pari età della Repubblica Ceca, gettando così al vento la buona vittoria realizzata alla prima uscita contro la Danimarca. E adesso, per i ragazzi di Di Biagio, vincere contro la Germania nell’ultima gara del gruppo potrebbe non essere sufficiente. Andiamo dunque a dare i voti all’ Italia.

Pellegrini Italia Under 21Donnarumma 5,5: Non ha particolari responsabilità sui gol subiti, anche se il terzo lo prende da una distanza davvero troppo considerevole. Appare però decisamente poco reattivo, e a farne le spese è la sicurezza di tutto il reparto arretrato.

Conti 5: Un grosso passo indietro rispetto alla buona prova offerta contro la Danimarca. Poco incisivo in fase offensiva, male soprattutto in quella difensiva, visto che i maggiori pericoli provengono dalla sua zona di competenza.

Rugani 5: Lo sfortunato scivolone che, di fatto, spalanca le porte alla vittoria della Repubblica Ceca, è in qualche modo la fotografia della prestazione offerta dall’ Italia Under 21. Peccato, perché altrimenti sarebbe stato uno dei meno peggio.

Ferrari 5,5: A tratti gioca con grande sicurezza, mostrando lampi di puro talento. Ma nel secondo tempo crolla insieme ai compagni, fagocitato dagli attacchi delle furie ceche.

Calabria 5: Vale un po’ il discorso fatto per i compagni. Un esordio amaro nell’Europeo Under 21.

Pellegrini 5,5: Altra delusione, specialmente in confronto alla buona prestazione offerta nella gara del debutto. Incapace di tenere uniti i reparti, soffre parecchio e alla fine scompare dal match.

Grassi 5: Ectoplasmico, in particolar modo nelle battute iniziali del secondo tempo. Allorché Di Biagio decide ben presto di rilevarlo. (Dal 53° Chiesa 5,5: Parte con l’argento vivo, mettendo in campo una grande determinazione al netto di un certo disordine tattico. Pur creando qualche buona azione, tuttavia, si spegne alla distanza, esattamente come i suoi compagni.)

Cataldi 5,5: Tra i meno peggio del reparto di metà campo dell’ Italia, anche lui nel secondo tempo soffre tantissimo, risultando poco utile soprattutto in fase di interdizione. (Dall’83° Cerri s.v.: giusto il tempo per rimediare un evitabile giallo.)

Berardi 6,5: Partita dai due volti, quella del talento del Sassuolo: da una parte i tanti errori, i falli, il nervosismo, l’eccesso di frenesia. Dall’altra i lampi di genio, i gesti tecnici e l’illusorio gol del pareggio. Cresce alla distanza, rivelandosi il migliore degli Azzurri: sfortunatamente, però, al contempo i suoi compagni si spengono, rendendo del tutto vani i suoi sforzi.

Petagna 4: Semplicemente inutile. Lento, prevedibile, troppo macchinoso, in sostanza offre la stessa prestazione messa in campo contro la Danimarca, ma senza il gol risolutivo sul finale. Anzi, ne sbaglia uno a dir poco clamoroso al minuto 76, che di fatto è il preludio del crollo dell’ Italia.

Bernardeschi 5,5: Più vivace rispetto alla prima uscita, ma ugualmente inefficace nonostante qualche discreto gesto tecnico. (Dal 75° Gagliardini 5: Entra per restituire un po’ di ordine e di fisicità in mezzo al campo, assiste invece alla disfatta della squadra. Tra le maggiori delusioni della manifestazione.)

Di Biagio 4: Se l’ Italia Under 21, almeno alla prima uscita, era riuscita a vincere pur non convincendo, stavolta anche il risultato è molto negativo. La mossa di cambiare ben quattro dei titolari non ha pagato, anzi.

1 Trackback / Pingback

  1. Euro Under 21, le probabili formazioni di Italia – Germania - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*