Inarrestabile emorragia a Firenze: via Bernardeschi, Kalinic e Borja

La sessione estiva di calciomercato è oramai cominciata in via ufficiale da qualche giorno. Fra i club più scatenati, in questo parziale, troviamo indubbiamente il Milan. La squadra rossonera, infatti, forte della liquidità dei nuovi padroni cinesi, sta finalmente invertendo questa tendenza, portando all’interno della rosa diversi giocatori estremamente interessanti. Agli antipodi, invece, ritroviamo la Fiorentina: la società toscana, dopo il clamoroso annuncio dell’addio del patron Della Valle, sta adesso perdendo tutti i pezzi pregiati. E così, dopo il contratto non rinnovato del capitano Gonzalo Rodriguez, e dopo la cessione di Josip Ilicic all’Atalanta, probabilmente andranno via anche i tre migliori giocatori della squadra: Bernardeschi, Kalinic e Borja Valero.

BernardeschiFederico Bernardeschi, fra i talenti più cristallini della storia moderna del calcio italiano, ha già comunicato alla Fiorentina la sua volontà di andar via. Su di lui, da ormai parecchio tempo, c’è la Juventus: la Vecchia Signora, desiderosa di regalare all’allenatore Massimiliano Allegri un jolly offensivo, avrebbe trovato il candidato ideale nel numero 10 viola. Bernardeschi, in questo senso, erediterebbe la casacca bianconera che fu già di grandi campioni come Del Piero e Baggio. Un affare che pare ormai in via di definizione, e che si aggirerebbe su cifre vicine ai 50 milioni di euro.

Anche Nikola Kalinic ha manifestato alla società viola il desiderio di andarsene. Il bomber croato, infatti, ha accettato il corteggiamento del Milan, evidentemente conquistato dal progetto che sta portando diversi giocatori in rossonero. A questo punto, tuttavia, si cercherà di trattare dal punto di vista economico. Una cosa certamente non facile, dal momento che la Fiorentina vorrebbe cercare di trattenere quantomeno lui.

Infine, la situazione più incresciosa è sicuramente quella di Borja Valero. Il centrocampista spagnolo, classe ’85, in realtà avrebbe voluto restare a Firenze, ma è stato praticamente costretto ad andar via. Un trasferimento che lo porterà a Milano, sponda Inter. E che in ogni caso sta destando parecchie critiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*