Disdetta Belotti, salterà gli spareggi mondiali?

Il periodo corrente, sicuramente, non arride in maniera particolare ai colori azzurri. La Nazionale Italiana, che nei prossimi giorni sarà impegnata in una doppia sfida a dir poco fondamentale per le qualificazioni a Russia 2018, non può permettersi in maniera assoluta di sbagliare: la prospettiva attuale, infatti, prevede di disputare degli spareggi per ottenere il pass per la prossima manifestazione iridata. Ma bisogna arrivarci passo per passo, uno step alla volta. E, prima di tutto, bisogna superare Macedonia e Albania, gli ultimi due scogli rimasti nel girone. Pesano, tuttavia, i vari infortuni: ai lungodegenti Conti, De Sciglio e Marchisio, infatti, all’ultimo minuto si sono aggiunti anche i forfait di De Rossi, Verratti, Pellegrini e Belotti.

BelottiLa situazione di Belotti effettivamente è quella che preoccupa maggiormente, dal momento che il “Gallo” del Torino è uscito pesantemente malconcio dalla sfida di campionato contro il Verona. I primissimi esami avevano escluso degli interessamenti seri ai legamenti, e tuttavia, secondo l’ultima diagnosi, ci sarebbe una lesione di primo/secondo grado del legamento collaterale e capsulare mediale del ginocchio destro.

Tradotto? Il danno non è gravissimo, ma comunque sufficiente per estromettere Belotti dai campi di gioco per almeno quattro settimane, se non addirittura di più. Una perdita considerevole non soltanto per il Torino, che dopo una buona partenza ha subito qualche battuta d’arresto di troppo in campionato, ma anche per la stessa Nazionale Italiana, che dovrà fare a meno di uno dei suoi migliori elementi in un momento particolarmente delicato.

La peggiore delle ipotesi, effettivamente, consiste proprio nel possibile, e a questo punto addirittura probabile, forfait di Belotti proprio in vista del doppio impegno per gli spareggi mondiali. La partita di andata si disputerebbe infatti tra il 9 e l’11 novembre, mentre il match di ritorno andrebbe giocato tra il 12 ed il 14 novembre. La speranza, naturalmente, è che possa recuperare ben prima di queste date, ma fino ad allora si incrociano le dita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*