Diritti Champions 2018-2021: la Rai potrebbe trasmettere le partite in chiaro

Ecco perchè la Rai potrebbe aggiudicarsi i diritti Champions e tornare a trasmettere in diretta i match in chiaro i match delle squadre italiane.

L’asta per i diritti Champions per l’Italia subirà un ulteriore slittamentto dopo la decisione della Uefa di prendere ancora tempo in attesa che il quadro possa chiarirsi. E’ stato aggiornato recentemente il nuovo calendario della Uefa per le varie aste per l’assegnazione dei diritti Champions. Mentre è già tutto deciso per quanto concerne il Regno Unito (l’asta è stata vinta dalla BT) in altri paesi l’asta è tutt’ora in corso.

La Uefa a breve valuterà le proposte giunte dalla Germania, mentre sono in corso le aste per quanto riguarda Austria, Polonia e Svizzera. La BT, in Inghilterra, sborserà ben 1,18 miliardi di euro per aggiudicarsi i diritti Champions (comprensivi di Europa League e Supercoppa Europea) per il triennio 2018-2021. Per l’Italia, l’asta di tre anni fa venne vinta da Mediaset che ha trasmesso (e sta trasmettendo) la Champions in esclusiva per le stagioni 2015-18. Difficilmente il Biscione tornerà a fare spese folli per aggiudicarsi i diritti anche per il prossimo triennio dopo i numeri non esaltanti relativi alla vendita di abbonamenti.

Più quotata l’ipotesi di una partnership tra Sky e Rai per l’assegnazione in tandem dei diritti Champions per il prossimo triennio. L’accordo prevederebbe la trasmissione delle partite in chiaro di alcuni match che riguardano squadre italiane sulla tv di stato e gli highlights delle gare giocate. Sky trasmetterebbe il resto del palinsesto . Un’ipotesi che sta prendendo corpo negli ultimi giorni e che pare avviata verso un esito positivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*