Controsorpasso Inter, Milan battuto 3 – 2

Che il ventottesimo turno di Serie A fosse piuttosto anomalo e sorprendente, lo si era capito da subito. Le sconfitte di diverse squadre di alta classifica, come Juventus, Roma e Torino, contro realtà decisamente più modeste e sfavorite dai pronostici, raccontavano di una giornata che avrebbe potuto essere ancor più memorabile, grazie al derby di San Siro. E così, alla fine, è stato: alla Scala del Calcio, Inter e Milan hanno regalato una stracittadina a dir poco memorabile, come non si vedeva da diversi anni a questa parte. E, anche in questo caso in maniera difficilmente pronosticabile, a trionfare è stata l’ Inter: la compagine nerazzurra, pur essendo reduce da un periodo molto deludente, è riuscita ad infliggere una pesantissima sconfitta ai cugini, riconquistando così il terzo posto in Serie A proprio ai danni degli uomini di Gattuso.

Icardi InterD’altro canto, non era davvero facile ipotizzare un trionfo dell’ Inter, se si considera il suo recente passato. Proprio pochi giorni fa, a corollario di un’annata piuttosto deludente, la banda di Spalletti era stata eliminata anche in Europa League, lasciando aperto soltanto lo spiraglio della Serie A. Con una rosa imbottita di assenze, il tecnico nerazzurro è tuttavia riuscito a trovare la giusta quadra, e a riconquistare il terzo piazzamento in classifica, rimpolpando così le speranze di approdare alla prossima Champions.

Inter – Milan è stata anche la partita dei gol a sorpresa: Vecino, de Vrij, Bakayoko e Musacchio, non tra i protagonisti più attesi, hanno fatto da apripista al calcio di rigore di Lautaro Martinez, lui sì fra i più invocati, decisivo per regalare i tre punti ai nerazzurri. A mancare, invece, è stato il polacco Piatek, finora a secco contro i nerazzurri: l’ex attaccante genoano, fra le maggiori rivelazioni di questa stagione, è stato gestito dai forti centrali nerazzurri, faticando a rendersi pericoloso dalle parti di Handanovic.

1 Trackback / Pingback

  1. Italia, fra sorprese e ritorni, ecco i 29 di Mancini - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*