Conferenza stampa per il nuovo Milan, Fassone: ‘Nuovo stadio e campioni già in estate…’

Ecco i concetti espressi da Fassone nella prima conferenza stampa dopo il closing che è stato definito nella giornata di ieri.

Il Milan si risveglia in un nuovo mondo con gli occhi a mandorla, carico (per ora) di promesse e di tanti milioni di euro, 730 per la precisione, quanti ce ne sono voluti per strappare la società rossonera dalle mani della famiglia Berlusconi. Oggi è stato il giorno della prima conferenza stampa della nuova proprietà capeggiata da Yoshong Li e Davi Han Li affiancati dall’immancabile Marco Fassone che sarà il nuovo stratega di mercato del nuovo Milan.

Alle 14,30 si svolgerà la prima assemblea dei soci che ratificherà le dimissioni del vecchio Consiglio di Amministrazione per nominare il nuovo che sarà composto dallo stesso Fassone, da Scaroni, Cppelli, Li Yongshon, Patuano, Han Li, Lu Bo e Xu Renshuo. Poi sarà la volta in cui il nuovo cda metterà piede a Milanello.

‘Dobbiamo pensare a costruire la squadra per la prossima stagione 2017/2018 – ha esordito Fassone nella conferenza stampa delle ore 12 – il ritardo del closing ci ha costretto a cambiare qualche obiettivo strada facendo, ma vogliamo mettere a disposizione dell’allenatore il 60-70% degli innesti già all’inizio del ritiro pre-campionato. Abbiamo già una buona base, siamo la squadra più giovane della Serie A e abbiamo tanti ragazzi interessanti nel vivaio. Dovremo lavorare sul business della società sul mercato cinese: all’inizio ero un po’ scettico su questo progetto della proprietà, ma vogliamo creare una società in Cina per sviluppare la parte commerciale e il marketing con gente del posto’.

L’obiettivo declamato da Fassone è davvero ambizioso, soprattutto dal punto di vista economico: ‘Per puntare a raddoppiare il fatturato, nel breve periodo dobbiamo tornare in Champions League con 50 milioni in più all’anno e poi c’è la Cina che per gli italiani rappresenta un’incognita. Nel medio periodo punteremo sullo stadio di proprietà, ci teniamo a far sì che il Milan giochi in uno stadio adatto. San Siro è straordinario, parleremo con Inter, con il Comune di Milano e con il Presidente della Regione Lombardia’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*