Closing Milan: arriva la nuova scadenza ufficiale se verranno versati 100 mln entro giovedi

Ecco gli ultimi sviluppi sul closing Milan con la nuova data per la definizione dell’affare e l’ultimatum dato da Fininvest.

L’intricata vicenda relativa al closing per la cessione delle quote di maggioranza del Milan potrebbe essere ormai giunta ad un bivio. Fininvest, secondo una indiscrezione riferita stamane da Calciomercato.com, avrebbe dato un ultimatum a Sino Europe che scadrà nella giornata di giovedi 16 marzo. L’aut aut fa riferimento al versamento degli ultimi 100 milioni di euro al fine di posticipare la data del closing.

La sede del Milan

Inizialmente era stata fissata al 3 marzo la data per la chiusura ufficiale del trasferimento di quote. Una scadenza che è slittata, ufficialmente, per motivi di natura burocratica addotti dalla cordata cinese. Se tutto procederà per il verso giusto, Sino Europe verserà i 100 milioni di euro entro domani e la data definitiva per il closing slitterà al 7 aprile prossimo. Una richiesta, quella di Fininvest, formulata al fine di testare la reale volontà della cordata cinese di chiudere l’affare a breve. L’attuale dirigenza avrebbe anche titolo a trattenere la caparra da 200 milioni e fare saltare l’affare, tenuto conto che i cinesi non hanno rispettato le scadenze previste nell’accordo originario.

Trapela, comunque, ottimismo sul buon esito del closing. Pare che Sino Europe abbia definitivamente risolto i nodi burocratici legati alla disponibilità della liquidità necessaria per l’acquisizione del club rossonero. Se anche il 7 aprile non si riuscisse a chiudere, la famiglia Berlusconi potrebbe seriamente decidere di far saltare l’affare e impiegare i 200 milioni incassati per rafforzare la squadra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*