Clamoroso Neymar, il Paris Saint Germain chiude?

È ormai in procinto di chiudersi quella che, con ogni probabilità, è una delle trattative più clamorose dell’intera storia del calcio. Più ancora del recente approdo di Leonardo Bonucci dalla Juventus al Milan, più ancora dell’addio di Gonzalo Higuain al Napoli per accettare la corte della Vecchia Signora: Neymar sta per salutare il Barcellona, club nel quale ha militato negli ultimi quattro anni, per abbracciare la causa (e soprattutto il denaro) del Paris Saint Germain. E per delle cifre a dir poco folli.

NeymarGià da alcuni giorni, in effetti, ci sono state conferme e smentite circa l’affare del secolo, ma adesso pare veramente tutto in via di definizione: fra poche ore Neymar dovrebbe sostenere le visite mediche per conto della sua nuova squadra, il Paris Saint Germain appunto. A quanto trapelato da fonti molto attendibili, infatti, Qatar Sports Investment, alla cui testa vi è lo stesso El-Khelaifi (già a capo del club francese), verserebbe al giocatore una cifra pari a 300 milioni di euro, poiché testimonial per i Mondiali in Qatar del 2022.

Con questa somma, Neymar riscatterebbe il proprio cartellino versando al Barcellona l’intera clausola rescissoria, pari a 222 milioni di euro. Al padre/procuratore del brasiliano, poi, andrebbe un bonus di circa 40 milioni di euro, evidentemente per aver favorito il buon esito della trattativa. Infine, il contratto: si parla di un quinquennale da 60 milioni di euro lordi a stagione, ossia circa 30 milioni di euro netti.

Facendo la somma del totale, insomma, l’intero affare sfonderebbe di molto il muro del mezzo miliardo di euro: Neymar costerebbe al Paris Saint Germain circa 640 milioni di euro, una cifra completamente folle e che presumibilmente stravolgerebbe in maniera definitiva l’intero calciomercato. E chissà che, fra le varie pedine che andrebbero poi a muoversi da qui a fine agosto, non possa esserci addirittura quella di Paulo Dybala, che alcuni indicano come colui che potrebbe raccogliere l’eredità di Neymar al Barcellona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*