Clamoroso Manolas, salta il passaggio allo Zenit?

La sessione corrente del calciomercato estivo, per il momento, sta regalando alcuni colpi veramente interessanti. Tuttavia, per quanto concerne la nostra Serie A, gli affari maggiori stanno avvenendo soprattutto in uscita: in questo mese di giugno, infatti, il calcio italiano ha già perso alcuni nomi importanti, come quello di Dani Alves, che ha rotto con la Juventus. O ancora come quello di Banega, che dopo un solo anno di Inter ha deciso di tornare a casa, al “suo” Siviglia. Ma, al momento, è la Roma che sta realizzando i maggiori affari in uscita: dopo aver ceduto Salah al Liverpool per una cifra vicina ai 50 milioni di euro, sembrava in dirittura d’arrivo anche il passaggio di Manolas allo Zenit di San Pietroburgo.

Kostas ManolasKostas Manolas, fin dal suo arrivo alla Roma nell’estate di tre anni fa, si è consacrato come uno dei migliori difensori del campionato italiano. Il forte centrale greco, nel corso della sua permanenza presso il club giallorosso, è riuscito a collezionare ben 131 presenze fra tutte le competizioni, offrendo spesso prestazioni di alto livello ed accrescendo la propria esperienza a livello internazionale.

Complice, tuttavia, la necessità da parte della Roma di incassare denaro sonante per non rischiare di incappare nelle grane del fair play finanziario, Manolas era finito sul mercato, e la sua destinazione allo Zenit pareva ormai ben definita: i capitolini, infatti, considerando anche vari bonus, avrebbe incassato circa 36 milioni di euro dalla cessione del difensore. Che, da par suo, aveva ricevuto una offerta piuttosto ricca e cospicua.

Mancava ormai solo l’ufficialità, ma nel corso di queste ultime ore sono giunte delle complicazioni che, a quanto sembra, starebbero per far saltare definitivamente l’affare. La base dell’indecisione, da parte di Manolas, sarebbe di natura economica, in quanto il difensore non vorrebbe essere pagato in rubli. Tuttavia, si è fatta largo anche la voce secondo la quale il difensore nutrirebbe dei seri dubbi circa la destinazione, ritenuta evidentemente poco allettante per la sua carriera.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*