Il ciclo della Juventus è davvero finito? Ecco i movimenti

La conquista del settimo Scudetto consecutivo da parte della Juventus è un fatto già entrato nella leggenda del calcio italiano. Mai prima d’ora una squadra era riuscita a inanellare ben sette titoli di fila, un’impresa strabiliante. Un dominio, quello della Vecchia Signora, iniziato nel lontano 2012, per un ciclo che ha saputo protrarsi e rinnovarsi continuamente, ma che, secondo alcuni addetti ai lavori, sarebbe adesso giunto ai titoli di coda.

Juventus calciomercatoEffettivamente, la Juventus è al centro di numerose speculazioni di mercato, e sono parecchi i giocatori che potrebbero uscir fuori dall’ombra della Mole. A cominciare da Gigi Buffon, che presumibilmente appenderà scarpini e guantoni al chiodo al termine del match interno contro l’Hellas Verona, dopo aver sollevato al cielo il trofeo dell’ennesimo Scudetto. Per lui potrebbero però profilarsi un futuro dirigenziale.

Altro addio certo è quello di Lichtsteiner: l’esterno svizzero, già da tempo al passo d’addio, non vedrà rinnovato il proprio contratto. Per lui si spalancano le porte della Bundesliga, sponda Borussia Dortmund. Diverso il discorso per Howedes, che in una stagione sfortunata non è mai riuscito a mettersi in mostra per via dei tanti infortuni. La Juventus, quasi certamente, dirà addio anche a lui.

Anche Asamoah è in scadenza, e da diverse settimane sembra vicinissimo all’Inter: la chiusura dovrebbe arrivare a breve. Occhio anche ad Alex Sandro, protagonista di una stagione non brillante: le voci su una sua cessione sono molto forti. Degli altri eroi dei sette Scudetti, Barzagli rimarrà per un altro anno, per far da chioccia ai giovani, diversamente da Marchisio, sempre più lontano dalla Juventus.

Insistenti anche i rumors circa gli addii di Khedira e di Sturaro. Diverse le valutazioni per quanto riguarda il reparto avanzato, ove per il solo Mandzukic è ipotizzabile una cessione. Gli altri, a meno di offerte a dir poco irrinunciabili, con ogni probabilità non si muoveranno da Torino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*