Ciclismo in lutto, muore Michele Scarponi in un incidente

Michele Scarponi è deceduto sul colpo dopo un incidente stradale avvenuto mentre si stava allenando a Filottrano.

Un’immane tragedia si è abbattuta sul mondo del ciclismo italiano: è morto Michele Scarponi. Il ciclista 37enne che si apprestava a prendere parte al Giro d’Italia è stato investito da una vettura mentre si stava allenando. Il fatto è avvenuto questa mattina a Filottrano in provincia di Ancona, dove Michele Scarponi viveva insieme alla propria famiglia. Inutili i soccorsi giunti tempestivamente. I medici del pronto soccorso non hanno potuto fare altro che accertarne il decesso che sarebbe avvenuto al momento dell’impatto stesso.

Corridore dell’Astana, aveva trionfato al Giro d’Italia nell’edizione del 2011. Costernazione e sgomento è il sentimento che accomuna ciclisti, appassionati e dirigenti della federazione ciclistica italiana e non solo. Laconiche e amare le parole espresse dal presidente Renato Di Rocco per la perdita di uno dei ciclisti più esperti e amati dagli appassionati di questo sport: ‘Michele era un ragazzo estremamente serio, una grande persona. La tragedia è accaduta questa mattina presto, era uscito per l’allenamento nonostante fosse tornato ieri. E’ stato travolto a un incrocio, sicuramente sarà molto sul colpo, l’impatto è stato molto forte. Il destino purtroppo ha voluto così. Lo conoscevo bene sin da quando era dilettante. E’ un dramma che non ci sia più. Era un uomo squadra, di grande professionalità, è una tragedia‘.

SCARPONI LASCIA LA MOGLIE E I DUE PICCOLI FIGLI

Professionista dal 2002, era uno degli scalatori più longevi di questo sport. Da poco aveva ricevuto i gradi di capitano dell’Astana. Appena cinque giorni aveva conquistato la prima tappa del Tour of the Alps indossando la maglia di leader. Conosciuto e apprezzato anche per le grandi doti umane spesso era solito iniziare gli allenamenti in compagnia del pappagallo Frankie, un fortunato rituale che questa volta non è bastato. Michele Scarponi, lascia la moglie e due figli gemelli. Una botta tremenda per tutto il movimento ciclistico e per lo sport italiano. Alla famiglia Scarponi, ai compagni di squadra e a quanti lo hanno amato va tutto il cordoglio della redazione di Tutto-Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*