Champions League: Real Madrid – PSG, prove di finale

È oramai tornata la Champions League, l’attesissima manifestazione calcistica internazionale, che vede come protagoniste le più forti compagini del continente europeo. La nostra Italia, chiaramente, è rappresentata dalla Juventus e dalla Roma, che sono riuscite a superare i rispettivi gironi e, pertanto, a strappare il pass per gli ottavi di finale. Le sfide di andata si disputeranno proprio in questi giorni: e, a spiccare in maniera particolare, c’è la gara tra il Real Madrid ed il Paris Saint Germain, considerata da molti addetti ai lavori come una sorta di finale anticipata.

Real Madrid Cristiano RonaldoIl Real Madrid, d’altro canto, è forse la squadra più forte dell’ultimo lustro: le tre Champions League conquistate negli ultimi quattro anni, in fin dei conti, rappresentano un biglietto da visita più che convincente. Tuttavia, proprio da questa stagione, la banda di Zidane ha cominciato a palesare delle preoccupanti crepature, emerse soprattutto in campionato. Diversi esperti del settore tendono dunque a descrivere un Real Madrid crepuscolare, con il suo fenomeno, Cristiano Ronaldo, che a 33 anni si avvicina inesorabilmente verso le battute conclusive della propria carriera.

Il Paris Saint Germain si ritrova all’esatto opposto: il club francese, guidato dai ricchissimi sceicchi, ha praticamente ipotecato il campionato transalpino, e adesso vuole gettarsi anima e corpo verso la conquista di un trofeo internazionale. La Champions League, in questo senso, sarebbe la consacrazione per una squadra che negli ultimi anni ha speso moltissimo, non riuscendo però a spingersi oltre i propri confini. E il cavallo di battaglia di Emery, o l’asso nella manica se vogliamo, non può che essere Neymar: l’asso brasiliano, a 26 primavere, con il vicino tramonto di Ronaldo e Messi si appresta a dare inizio alla propria era.

Si tratta, insomma, di una sfida che assume un’importanza straordinaria, e che, considerando gli effettivi delle rispettive rose, oltre che il potere economico, politico e sociale che sia il Real Madrid che il Paris Saint Germain possono vantare, può davvero dirsi una finale anticipata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*