Champions League, Roma sprecona ed eliminata

Niente da fare per la Roma, che, nella partita di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro la corazzata del Real Madrid, non è riuscita a ribaltare il passivo di 2-0 subito nella gara di andata, all’Olimpico, dai galacticos, perdendo anzi anche il secondo match con lo stesso risultato.

La Roma per la verità ha avuto il merito di non demeritare troppo dinanzi agli strafavoriti campioni spagnoli, giocando una partita tutto sommato discreta che, nel primo tempo, è terminata a reti bianche. Molte sono state, ed in alcuni casi persino clamorose, le occasioni costruite dalla banda di Spalletti, che però ha sprecato l’impossibile, specialmente con Dzeko e Salah, la cui mira è stata da dimenticare.

Totti RomaTra il 64° ed il 68° minuto di gioco, le due reti che hanno spezzato le gambe ai giallorosi, frustrando le loro residue speranze di passaggio del turno, ad opera del solito Cristiano Ronaldo e di James Rodriguez, apparso peraltro in forma non smagliante. Da segnalare la standing ovation che i tifosi madrileni hanno tributato a Francesco Totti, entrato ad un quarto d’ora dal termine delle ostilità, mentre soltanto il palo ha impedito ai capitolini, all’88° minuto, di realizzare almeno il gol della bandiera (sfortunato Perotti nell’occasione).

Nel corso dell’altro ottavo giocato ieri sera, il Wolfsburg ha battuto nuovamente il Gent (all’andata era finita 3-2 per i tedeschi), grazie al gol firmato da Shurrle al 74°, che ha sigillato l’1-0 finale. Sono Real Madrid e Wolfsburg, dunque, le prime due squadre a raggiungere i quarti di finale della massima competizione europea.

1 Trackback / Pingback

  1. Champions League, PSG e Benfica avanti - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*