Come cambia la Juventus con Cristiano Ronaldo?

Mancano ormai pochissimi giorni alla conclusione del campionato mondiale di Russia 2018, ma per gli appassionati di calcio, certamente, l’estate sarà ancora molto lunga. Siamo infatti nel bel pieno della sessione estiva di mercato, e la bomba è esplosa soltanto pochi giorni fa: Cristiano Ronaldo è ormai ufficialmente un nuovo giocatore della Juventus, una trattativa a dir poco clamorosa e che restituirebbe lustro all’intera Serie A. Ma come cambierà, esattamente, la Vecchia Signora con l’asso portoghese? Come giocheranno i bianconeri, considerando anche gli altri colpi già messi a segno da Marotta e soci?

Real Madrid Cristiano RonaldoGianluigi Buffon ha già detto addio, accasandosi invece al Paris Saint Germain. Il suo posto sarà rilevato dal polacco Szczesny, che nella scorsa stagione ha già giocato facendo turn-over con l’ex portierone azzurro. Da considerare tuttavia anche le possibilità di Mattia Perin, prelevato dal Genoa e voglioso di giocarsi le proprie chance circa la titolarità.

In difesa, a destra tutto è affidato alla giovane spensieratezza di Cancelo, che spera di abbracciare presto il già citato Cristiano Ronaldo. Al centro, capitan Chiellini sarà affiancato da uno tra Benatia (ammesso che il marocchino non chieda la cessione) e la new entry Caldara, rientrato dall’Atalanta. A sinistra ci sarà Alex Sandro, sempre che non venga sacrificato sul mercato: altrimenti, occhio a De Sciglio.

A centrocampo, il nuovo innesto Emre Can potrebbe dialogare con Pjanic in un mix di sostanza e qualità. Sulla trequarti, Douglas Costa sarà titolarissimo per la sua capacità di saltare l’uomo, mentre sulla sinistra potrebbe essere confermato Mandzukic, per la sua fisicità e il suo spirito di sacrificio. Dybala, infine, dovrebbe supportare Cristiano Ronaldo, pronto a sobbarcarsi il peso dell’attacco, dando anche ulteriore profondità alla manovra offensiva. Da non sottovalutare anche le nuove risorse che acquisirebbe così la Juventus: ancor più forza balistica, superiorità nell’elevazione e nei calci piazzati in generale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*