Il calciomercato invernale delle medie: Atalanta, Torino e altre

Secondo appuntamento con questa nostra rassegna del calciomercato invernale per quel che concerne il campionato italiano di Serie A. Nel precedente appuntamento avevamo concentrato la nostra attenzione soprattutto sulle cosiddette big del torneo, come Juventus, Inter, Milan, Roma e Napoli. Adesso, invece, proviamo a gettare un occhio sulle immediate inseguitrici, che stanno facendo particolarmente bene durante questa stagione. Come si sono comportate, in fase di mercato, le varie Atalanta, Torino, Udinese, Sampdoria, Genoa e Chievo Verona?

Atalanta GomezLe cosiddette squadre di metà classifica si sono mosse piuttosto bene, soprattutto per quanto riguarda le trattative in uscita. Diversi club, infatti, dopo aver valorizzato alcuni giocatori della propria rosa, sono riusciti a trasformarli in ottime plusvalenze. È il caso dell’Atalanta, che ha sì detto addio a gente come Sportiello e Gagliardini, ma che al contempo ha visto entrare nelle proprie casse diverse decine di milioni. L’ Atalanta ha anche salutato alcuni esuberi come Pinilla, Stendardo e Carmona, sostituendoli con i collaudati Gollini, Cristante e Mounier per i ruoli di riserve.

Il Torino non nasconde certo le proprie ambizioni europee: e così, i granata, dopo aver completato il riscatto di Iago Falque dalla Roma, hanno prelevato, sempre dal club giallorosso, l’esterno offensivo Iturbe. L’ Udinese non ha fatto granché, salvo per qualche piccolo ritocco: via Armero e Koné, ormai unitili ai fini del progetto, e dentro il giovane centrocampista Gnoukouri, scuola Inter.

Le due genovesi sono state particolarmente attive, soprattutto in uscita. Preziosi, nello specifico, ha dato vita a parecchie trattative: il Genoa, complice anche l’esplosione del giovane Simeone, ha salutato gli attaccanti Pavoletti (Napoli) e Ocampos (Milan), oltre al centrocampista Rincon (Juventus). Con i soldi entrati in cassa, il club ligure ha comunque puntellato i vari reparti con degli innesti discreti: Hiljemark e Cataldi per il centrocampo, Palladino, Taarabt e Pinilla per l’attacco. I doriani hanno salutato per sempre Antonio Cassano, svincolato. Il Chievo riparte con un Gakpé in più e con un Floro Flores in meno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*