Calciomercato: dall’ Inter al Napoli, quante delusioni

Si è chiusa ufficialmente poche ore fa la sessione invernale di calciomercato, che, al contrario di quanto fatto registrare dalle big inglesi, si è rivelata piuttosto deludente per le compagini nostrane. Se, infatti, alcune grandi della Serie A abbisognavano di vari colpi e aggiustamenti per rinsaldare le proprie fila, molti tifosi sono rimasti particolarmente amareggiati, nel constatare l’immobilismo delle proprie squadre del cuore. La scontentezza maggiore, inevitabilmente, proviene dai sostenitori di Inter, Napoli e Roma, incapaci di mettere a segno i vari colpi inizialmente caldeggiati dalle rispettive dirigenze.

Spalletti InterUna situazione che, in casa Inter, sta diventando praticamente tragicomica, e che si trascina già dalla scorsa sessione invernale. Un mercato condotto al risparmio, nella volontà di sanare anzitutto i bilanci. E così, sono stati parecchi i nomi di spessore trattati da Suning e soci, e altrettanti sono sfumati, giorno dopo giorno: da Pastore a Ramires, da Sturridge a Mkhitaryan, le trattative sono state portate avanti a oltranza, ma senza mai mettere sul piatto le disponibilità economiche necessarie per concretizzarle davvero. Anzi, alla fine sono arrivati soltanto Lisandro Lopez e Rafinha, peraltro reduci da lunghi infortuni e con poche partite sulle gambe nel corso delle ultime stagioni, mentre son stati ceduti in prestito Nagatomo e soprattutto Joao Mario: quest’ultimo, prelevato per oltre 40 milioni di euro dallo Sporting Lisbona nell’estate del 2016, si è rivelato come una colossale delusione.

Ma se all’ Inter le cose sono andate male, alla Roma sono andate persino peggio. In questo senso, gennaio, per i giallorossi, è stato un mese a dir poco terribile: risultati pessimi in campionato, tante voci a destabilizzare l’ambiente, le quasi cessioni di Nainggolan e Dzeko, gli addii di Emerson Palmieri e di Moreno. Sul fronte arrivi, situazione analoga a quella dell’ Inter: tanti i nomi trattati, ma alla fine è arrivato il solo Jonathan Silva. Terzino argentino reduce da un lungo infortunio, che di certo non puntella le tante mancanze della rosa giallorossa.

Una telenovela continua anche in casa Napoli: Sarri predicava un esterno d’attacco, ma poco alla volta ha visto sfumare tutte le sue preferenze, da Verdi, a Younes (dapprima quasi acquistato, poi sparito per giorni, e infine ritiratosi dalla trattativa perlomeno fino a giugno), fino a Politano. E così, alla fine, nessun acquisto per i partenopei, ma solo gli addii di Giaccherini e Maksimovic.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*