Buffon torna sulle polemiche di Juve-Inter: ‘Ho ascoltato parole raccapriccianti….’

Ecco le parole al vetriolo di Buffon contro le polemiche seguite alla sfida dello Juventus Stadium.

La guerra mediatica fuori dal terreno di gioco tra Juventus e Inter non finisce mai. A distanza di un mese dalla sfida tra le due squadre, il portiere bianconero Buffon è tornato ad esternare in merito alle polemiche sull’arbitraggio della sfida dello Juventus Stadium che di fatto non si sono mai sopite. ‘Alcune interviste – ha dichiarato il numero uno bianconero a Premium Sport – mi hanno fatto vivere momenti davvero raccapriccianti, creando casi inesistenti. E su quelle è meglio stare zitti e tornarsene a casa per migliorare. Se crei casi cosi e poi fai anche la panolada, sei totalmente fuori strada e non riesco a provare più stima‘.

Buffon ha anche criticato i media che spesso tendono a girare il coltello nella piaga delle polemiche per aizzare i tifosi gli uni contro gli altri: ‘Trovo che le domande dei giornalisti o gli articoli dei media tendessero a creare dei malumori o delle situazioni di tensione, cercando di andare a stimolare i nervi a fior di pelle dei tifosi. Siamo noi addetti ai lavori dobbiamo farci un esame di coscienza’.

Il portierone della nazionale e della Juventus ha anche parlato del futuro immediato della Juventus, ancora in corsa su tutti i fronti e che ha dimostrato di avere le carte in regola per puntare al triplete: ‘Triplete è una parola difficoltosa – ha ribadito Buffon a Premium Sport – Bisogna realmente pensare in grande perché siamo la Juve, ma dobbiamo avere i piedi ben piantati a terra e operare con molta umiltà. Se riesci a sognare in grande però rimanendo umile nulla è precluso ma non vuol dire che se non si farà il Triplete sarà una delusione. Ci si prova come sempre, ogni tanto ti va bene e ogni tanto no’.

Gigi Buffon ha anche dichiarato che ieri sera ha tifato con ‘tutto il cuore’ per il Napoli nella gara di ritorno contro il Real Madrid: ‘E’ una squadra che stimo tanto, ha un allenatore molto bravo e gioca un bel calcio. E’ bello il fatto che una squadra che nei singoli non equivaleva il Real Madrid sia riuscita a fare una gara alla pari per 55 minuti e solo gli episodi hanno fatto in modo che il Real alla fine vincesse in maniera larga. Il fatto che io naturalmente fossi propenso a tifare Napoli mi ha fatto piacere perché vuol dire che mi sento ancora sano. E questa cosa è molto importante’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*