Buffon scettico sui capitali cinesi e americani in Serie A: ‘Roma e Inter, che tristezza…’

Ecco l’intervista di Gianluigi Buffon rilasciata a Kicker, un magazine tedesco storico che si occupa di calcio.

In una intervista rilasciata alla prestigiosa rivista, Kicker, Gigi Buffon ha parlato dei mali del calcio italiano ormai ben lontano dai vecchi fasti del passato, quando le italiane dominavano in Europa in lungo e in largo. Buffon si è dichiarato scettico sugli investimenti stranieri nelle maggiori squadre della massima serie: ‘ La Roma agli americani, le milanesi ai cinesi…povera Italia. È una sconfitta per il nostro calcio e le nostre tradizioni’.

Sul suo ruolo di portiere si è lasciato andare a considerazioni di carattere esistenziale: ‘Un portiere deve essere masochista. Come ruolo può essere paragonato all’arbitro. Ha il potere di comandare ma può solo subire gol, non può segnare, e deve sopportare offese continue. La psicologia dovrebbe studiare questo ruolo così contraddittorio. Per me fare una papera è uno shock. Ci metto giorni a riprendermi. Invidio chi ne commette di più…lo shock non è così grande’.

Buffon ha anche confessato che la Champions è l’unico stimolo che riesce ancora a motivare la prosecuzione di una lunga e fortunata carriera: ‘Da anni mi chiedo cosa mi spinga ancora a giocare. Questa battaglia interiore mi porta forti motivazioni. Se avessi vinto la Champions sarei svuotato: mi sprona’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*