Buffon immenso, è lui l’eroe dello Scudetto

C’è del metodo nella solerzia con la quale Gianluigi Buffon ha abbrancato il rigore di Kalinic e, con esso, lo Scudetto. Il quinto consecutivo per la Juventus dei record, il settimo in carriera per l’eterno portiere bianconero, sempre più spesso definito, da molti esperti, come il più forte di tutti i tempi.

Già, perché se solitamente si parla di “gol Scudetto”, esaltando le prodezze balistiche degli attaccanti capaci di regalare i trofei con le loro marcature, stavolta è stata la manona dell’estremo difensore della Nazionale a permettere, in maniera probabilmente definitiva, alla Vecchia Signora di far suo l’ennesimo titolo di Serie A, il 32° secondo i conteggi ufficiali. Ennesima prestazione leggendaria quella di Buffon, che al 90° ha avuto la freddezza di neutralizzare sia il tiro dal dischetto di Kalinic, che il successivo tentativo su tap-in di Bernardeschi.

Gianluigi BuffonJuventus che, con la vittoria per 2-1 sulla Fiorentina, si porta quindi momentaneamente a +12 sul Napoli, impegnato in questo pomeriggio nella difficile sfida contro la Roma. In caso di pareggio o di sconfitta, i partenopei consegnerebbero di fatto il titolo a Madama, mentre con una vittoria terrebbero ancora aperto il campionato per un capello (ai bianconeri basterebbe fare 1 solo punto nelle restanti tre partite), ma soprattutto consoliderebbero in modo definitivo il secondo posto in classifica. Che, invece, è anelato da una Roma che nelle ultime settimane è stata trascinata da un altro vecchietto terribile, Francesco Totti, la cui carriera pare ormai agli sgoccioli: il capitano, pertanto, vorrebbe almeno lasciare con la certezza di mandare la sua squadra direttamente in Champions League.

Subito dietro occhio al prepotente ritorno dell’Inter, che in caso di una sconfitta della Roma, potrebbe ancora sperare per il terzo posto: decisiva, in tal senso, la vittoria nell’anticipo di sabato sera contro l’Udinese, maturata grazie alle marcature di Jovetic (doppietta) e Eder (primo gol con la maglia neroazzurra per lui), capaci di ribaltare il momentaneo vantaggio di Thereau.

Ma un occhio di riguardo va dato anche alla corsa per il sesto posto, che, nel caso in cui Buffon e compagni dovessero portare a casa anche la Coppa Italia, equivarrebbe ad un ingresso per la prossima Europa League: al momento è occupato dal Milan, che però è tallonato dal miracoloso Sassuolo di Di Francesco.

Sogni di gloria finiti invece per il Frosinone, ormai con un piede e mezzo in Serie B: i ciociari perdono lo scontro diretto contro il Palermo, e a sole tre partite dalla fine il loro destino sembra ormai segnato. Sempre restando alla volata salvezza, occhio alla gara di oggi tra Carpi ed Empoli: in caso di successo, gli emiliani si avvicinerebbero sempre di più alla permanenza nella massima serie.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Juventus pentacampione, il pagellone Scudetto - Tutto Sport
  2. Serie A, la formazione ideale - Tutto Sport

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*