Bramos fa impazzire Venezia: Trento beffata, Reyer sul 3-2

Venezia in Paradiso, Trento beffata sulla sirena. Gara 5 della finalissima che sta regalando tante emozioni a tutti gli appassionati di pallacanestro ha confermato tutta la forza mentale della Reyer. La truppa allenata da coach De Raffaele si trovava sotto di nove punti (52-61) a soli 5 minuti dal termine: sul PalaTaliercio aleggiava ormai lo spettro del ko casalingo che avrebbe consentito all’Aquila di andare sul 3-2 e di giocarsi il match-ball scudetto davanti al proprio pubblico in gara 6.

venezia trento bramosForse è stata proprio la convinzione di avercela fatta che ha scatenato un incomprensibile rilassamento negli uomini di Buscaglia. Trento è incappata in un clamoroso blackout proprio nei 300 secondi finali, quando era necessario mantenere la spina attaccata per contenere la furia della Reyer e portare a casa un successo fondamentale, per non dire decisivo.

Va detto che Venezia è stata straordinaria. Il temperamento dell’Umana è ormai qualcosa di ampiamente riconosciuto: il team di De Raffaele lo ha dimostrato per l’ennesima volta ieri sera, realizzando una rimonta strepitosa, a cui probabilmente non avrebbe creduto nemmeno il più fiducioso presente al PalaTaliercio. E invece la Reyer, secondo dopo secondo, è andata a riprendersi il match e la serie: sono i veneziani che ora possono giocarsi la prima chance di chiudere ogni discorso, seppure nel catino del PalaTrento.

Il racconto di gara 5 può sintetizzarsi tutto negli ultimi minuti. La Reyer recupera lo svantaggio e si porta a -1 dagli ospiti. Il grande sforzo sembra non bastare, anche perchè Hogue ha a disposizione due liberi per spedire Trento sul 3-2. Ma a quel punto accade l’imponderabile: lo statunitense sbaglia entrambi i tentativi dalla lunetta. E’ Bramos a prendersi il rimbalzo: il possesso è veneziano. Il tempo rimasto è davvero poco, e serve una magia: è proprio il 30enne ad infilare una splendida tripla quando mancano solo sei secondi alla sirena. E’ il sorpasso (65-63): l’ultimo tentativo trentino è affidato a Forray, che non trova la retina. Il PalaTaliercio esplode, lo scudetto è ad un passo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*